alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

Trasferimento mercato, nuove tensioni tra Amministrazione ed ambulanti

Pubblicato in data: 26/1/2010 alle ore:15:35 • Categoria: Attualità

immag0087Trasferimento mercato del giovedì, ancora lontano l’accordo tra Amministrazione comunale e sindacati degli ambulanti per completare lo spostamento di tutte le bancarelle a Parco della Acacie-via San Lorenzo. Nell’incontro di venerdì scorso a Palazzo di città (vedi foto) sono emerse forti divergenze tra i rappresentanti delle associazioni sindacali e l’assessore delegato al commercio Elio Di Pietro sulla bozza del “Regolamento comunale per il commercio al dettaglio su aree pubbliche” redatta dal IV° settore.
immag0086Il regolamento ora sarà sottoposto all’attenzione della commissione consiliare e poi portato a discussione nel parlamentino cittadino. Oltre all’assessore Elio Di Pietro, per l’amministrazione presenti il comandante della Polizia Municipale Carmine Colantuoni ed il tecnico dell’Utc Felice De Ciccio che ha redatto le planimetrie ed il componente della commissione consiliare Antonio Iannaccone. Per i commercianti invece al tavolo il presidente di “AssoCiAGerardo Iannaccone, il rappresentante di Unimpresa Rino Bilotto e Giuseppe Innocente e Luigi Matarazzo per ConfCommercio.
Per Giuseppe Innocente di Confcommercio: «La bozza così com’è non va bene. Il comune ancora una volta si è presentato alla riunione con la documentazione non pronta. Aspettiamo la nuova bozza. Restiamo convinti che il mercato a via San Lorenzo sia destinato a morire».
Per Rino Bilotto di Unimpresa infine: «L’Amminisrazione comunale ancora una volta tende a confondere le idee sul trasferimento del mercato.Non hanno ancora le necessarie autorizzazioni. Se venisse per l’ennesima volta l’Asl ed i Nas con una nuova ispezione, l’area non verrebbe considerata idonea.
immag0088Non hanno ancora le idee chiare sul regolamento che dovrebbe disciplinare il mercato, è quindi stanno tentando in modo confuso di far ricadere sulle organizzazioni sindacali responsabilità che noi non possiamo prenderci, ma che sono di esclusiva competenza del comune».

immag00811
immag0080

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Domani primo mercato riunificato a Parco Acacie-via San Lorenzo

Tutto pronto per il primo mercato riunificato di domani mattina nell'area di Parco delle Acacie - via San Lorenzo. Il Read more

Accorpamento mercato, Utc e Vigili a lavoro per realizzare le piazzole

Continuano le operazioni di sistemazione e organizzazione del mercato settimanale in Parco delle Acacie - contrada San Lorenzo. Gli impiegati Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *