alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Stamattina torna il “Farmer Market” e nel pomeriggio flash mob di commercianti e amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il settore ad Atripalda Coronavirus, scende il numero di positivi in Campania: solo 5 oggi. Nessun contagio in Irpinia Coronavirus, incremento dei contagi a +669 casi e 119 morti in un giorno Anniversario strage di Capaci, Idea Atripalda: “Sono morti invano? Dipende da noi” Parco delle Acacie, non si spengono le polemiche sulla bitumazione aree interne. IDEA Atripalda: “asfaltare un parco è come asfaltare il mare“. Foto Coronavirus, Santa Rita senza processione nei versi di Gabriele De Masi Coronavirus, il Comune pubblica l’elenco dei beneficiari della seconda tranche dei buoni spesa alimentari

Il vescovo Marino celebra la messa per il Santo Patrono Sabino. Poi solenne processione, in serata la Santa Manna

Pubblicato in data: 9/2/2010 alle ore:01:40 • Categoria: Attualità

san-sabino-e-san-romolo-fuori-chiesa-madreE’ il giorno dei festeggiamenti per il Santo Patrono Sabino.
Questa mattina alle ore 11, Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E.Mons. Francesco Marino, vescovo di Avellino presso la chiesa madre di S.Ippolisto Martire.
A seguire alle ore 12.30 la solenne processione per le vie della città.
Le effigi del mezzo busto reliquiario argenteo del Santo Patrono Sabino Vescovo e di S. Romolo Diacono (foto), vengono portate a spalla dai fedeli, mentre nel mese di settembre, le stesse vengono trasportate su un’auto infiorata.
In serata infine, dopo la messa delle 17.30, il parroco di S.Ippolisto Martire, don Enzo De Stefano, distribuirà ai tantissimi fedeli la Santa Manna, altra antichissima tradizione della profonda fede del popolo atripaldese.
Il parroco segna la fronte dei fedeli con la Santa Manna, un liquido benedetto che si dice sia il sudore delle ossa di S.Sabino. Una particolare benedizione dalle mani del sacerdote che esegue un sacro e tradizionale cerimoniale, intingendo una penna d’oca in acqua benedetta, e tracciando sulla fronte dei fedeli un segno di croce.
In passato, il liquido della Santa Manna, ritenuto “miracoloso”, gocciolava dal sarcofago di San Sabino, e veniva raccolto in boccette di vetro per essere utilizzato per benedire in questa ricorrenza i fedeli. Il fenomeno dello sgorgare del liquido dalla tomba del Santo, si interruppe però prima del sisma del 1980. Oggi è sostituto dall’acqua benedetta.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Intervista a Don Enzo De Stefano, nuovo Vicario della diocesi: “Ringrazio il Vescovo Marino, spero di essere all’altezza di questo compito”. Video

Don Enzo De Stefano dopo oltre 14 anni vissuti nella comunità atripaldese si appresta a svolgere un altro importante incarico Read more

Don Enzo De Stefano è il nuovo Vicario del Vescovo Marino

Don Enzo De Stefano lascia Atripalda, sarà il nuovo Vicario del Vescovo Francesco Marino. L'annuncio ufficiale si terrà questo pomeriggio Read more

Al via il 3° Congresso Eucaristico Cittadino con l’arrivo in città di Monsignor Celso Morga Iruzubieta . Foto e Video

Ha preso il via questo pomeriggio il 3° Congresso Eucaristico Cittadino con l'arrivo nella cittadina del sabato del segretario della Congregazione Read more

Festeggiamenti San Sabino, ieri pomeriggio messa con il vescovo Marino e Santa Manna. Foto di Sabino Battista

Ieri pomeriggio il vescovo di Avellino, monsignor Francesco Marino, ha celebrato, come ogni anno, presso la chiesa madre di Sant'Ippolisto Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *