alpadesa
  
Flash news:   Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città Via Melfi ad Atripalda chiude al traffico per un mese a causa di lavori urgenti sulle facciate laterali di Palazzo Del Gaudio Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” incalza il sindaco sul Distretto Asl di Atripalda a rischio smobilitazione Controlli e sequestri dei Carabinieri Forestali di Avellino in supermercati di Atripalda e Mercogliano

Un patentino per i saldatori irpini. Il via al corso di Confartigianato

Pubblicato in data: 19/2/2010 alle ore:10:37 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

saldatoreIl Comune di Lacedonia in collaborazione con Confartigianato Avellino organizza un corso gratuito per saldatori. L’insegnamento, che si terrà a breve presso il paese altirpino e finanziato dall’Amministrazione presieduta dal sindaco Mario Rizzi, è finalizzato ad una formazione professionale di settore. “Dai nostri studi e dalle esigenze che provengono dalle imprese che operano nell’area industriale del Calaggio – afferma Ettore Mocella, presidente di Confartigianato Avellino – abbiamo capito quanto questa figura lavorativa sia importante ed utile perché richiesta in maniera frequente dalle pmi del territorio”.
“Esiste – spiega il sindaco Rizzi – un significativo fabbisogno di questa specifica figura professionale e per questo motivo crediamo che questa formazione possa rappresentare un valido strumento al servizio delle reali esigenze di manodopera specializzata evidenziate dalle imprese locali”. “Con questo corso – aggiunge il primo cittadino di Lacedonia- vogliamo dare soprattutto la possibilità di dare un’opportunità lavorativa ai nostri giovani”.
Della durata complessiva di 50 ore, la didattica, le cui pre-iscrizioni corsuali sono già attive presso il Comune di Lacedonia e presso la Confartigianato di Avellino, si rivolge a giovani disoccupati, lavoratori già occupati (nonché a tutti coloro che usufruiscono di contratti part-time, a progetto o a tempo determinato) per i quali le aziende intendono fare richiesta per procedere ad una formazione professionale. Tenuto da un corpo docente specializzato, l’insegnamento sarà articolato in due fasi. Una parte teorica ed una pratica.
Terminata la fase d’aula, si passerà ad un successivo step sul campo. In proposito verrà allestito un laboratorio per dare la possibilità ai discenti di svolgere un apprendimento delle tecniche lavorative quanto più efficiente e proficuo possibile.
Il corso, nel dettaglio, vuole fornire le competenze tecnico professionali inerenti al profilo del saldatore, utili per l’inserimento nel mercato del lavoro con l’acquisizione di capacità trasversali per eseguire vari tipi di saldatura.
Terminate le lezioni, verrà rilasciato agli allievi un patentino, da parte di Confartigianato, che attesta la professionalità acquisita.
“Una certificazione importante – conclude il presidente Mocella – da poter spendere nel mercato del lavoro. Ritengo che lo strumento della formazione sia un’importante risposta alle crisi aziendali sul quale la Confartigianato di Avellino cercherà di investire il massimo impegno per un’azione ancor più capillare sul tessuto produttivo locale”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *