alpadesa
  
Flash news:   Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre

Rifiuti, domani ancora una giornata di mobilitazione per i lavoratori

Pubblicato in data: 9/3/2010 alle ore:09:40 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

emergenza-rifiuti-atripaldaContinua lo stato di mobilitazione per i lavoratori del comparto rifiuti. Domani ancora una giornata di sospensione del servizio di raccolta in attesa di ricevere risposte concrete e definitive da parte dei Comuni morosi nei confronti del Cosmari. Questa mattina, intanto, grande manifestazione ad Avellino a cui hanno partecipato i dipendenti dell’Asa e delle aziende che si occupano dello smaltimento a valle dei rifiuti. Il corteo ha attraversato le strade principali della città per fermarsi nei pressi della Prefettura prima e sotto la sede dell’amministrazione provinciale dopo. Al termine degli incontri, tenutisi con il Prefetto di Avellino Ennio Blasco e con il Presidente della Provincia Cosimo Sibilia, non essendoci ancora le garanzie necessarie per i lavoratori, la Uil ha deciso di proseguire con la protesta anche per la giornata di domani. Al momento, infatti, non risulta che i comuni morosi abbiano provveduto all’effettivo accredito di un congruo acconto di quanto affettivamente dovuto. Nella mattinata di domani è previsto un nuovo incontro in Prefettura allo scopo di ottenere ulteriori garanzie sull’accelerazione dei tempi di risoluzione del problema e per valutare l’opportunità di istituire un tavolo di concertazione per il futuro.
I lavoratori dell’Asa e delle altre aziende coinvolte – ha dichiarato il segretario della Uil Franco De Feovivono una condizione insostenibile. Per i primi, infatti, non esistono più le garanzie di sicurezza necessarie a svolgere i proprio lavoro e non ricevono la retribuzione alle scadenze contrattuali, tutti gli altri non ricevono lo stipendio ormai da mesi. Il Sindacato a questo punto pretende che i comuni morosi procedano al versamento di tutto quanto dovuto, altrimenti la protesta non si fermerà. Anche se a pagarne le conseguenze saranno anche tutte le comunità che regolarmente hanno versato il dovuto al Consorzio e che oggi non possono usufruire del servizio non solo per la protesta e la mobilitazione dei lavoratori ma anche per mancanza di liquidità economica per garantire le assicurazioni dei mezzi utilizzati per la raccolta, per il carburante e per altri acquisti necessari a realizzare il servizio. La manifestazione di questa mattina è stato un momento importante e significativo per la Uil e per i lavoratori scesi in blocco a protestare. Gli incontri avuti con il Presidente della Provincia e con il Prefetto di Avellino, anche se non sono stati ancora risolutivi della questione, ci hanno permesso di aprire concretamente un confronto che, speriamo, possa dare i primi risultati positivi. La UIL ha chiesto anche che venga istituito un tavolo istituzionale in sede di Prefettura con le OO.SS., i Commissari liquidatori dei Cosmari AV1 e AV2, e la Società pubblica Irpiniambiente per pianificare la risoluzione delle emergenze ed il futuro dei lavoratori e del servizio che spetta a tutti i cittadini“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *