alpadesa
  
sabato 16 novembre 2019
Flash news:   Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Sorteggiati gli scrutatori per le elezioni regionali, è polemica

Pubblicato in data: 12/3/2010 alle ore:14:09 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

polemica-segnalazioniSorteggiati gli scrutatori e i presidenti di seggio per le elezioni regionali, scoppia la polemica in città.
Tantissime le segnalazione e le proteste giunte in redazione da parte di cittadini che chiedono una procedura più trasparente di selezione. Numerosi commenti evidenziano che nell’elenco dei nominativi compaiono sempre gli stessi nomi e cognomi, senza un’effettiva rotazione. 
Tuttavia bisogna dire che i presidenti di seggio sono nominati dalla Corte d’Appello di Napoli. Gi scrutatori, invece, da una commissione elettorale presieduta dal sindaco Aldo Laurenzano e composta dai consiglieri Montuori, Spagnuolo, dall’assessore Di Pietro e dal neosegretario Clara Curto.
elezioni2“Molti dei nominativi – si legge nei post in fondo all’elenco pubblicato su AtripaldaNews – appartengono a parenti e/o conoscenti di amministratori e dipendenti comunali, per di più parecchi si ripetono negli anni”. 
Inoltre richiesta comune è quella di un chiarimento o comunque di una risposta da parte del Comune.
«Ho letto tutti i commenti, e da dipendente comunale che non ha nessuno nella lista degli scrutatori estratti – risponde Walter Iannaccone  – ho il dovere di esprimere il mio giudizio sulle cose lette.  Ero presente al sorteggio perchè di sorteggio si è trattato. Tutto è stato fatto nel pieno rispetto della trasparenza e della legalità; se si trovano nell’elenco parenti di impiegati comunali questa non è certo da addebitare a imbrogli o a elenchi precostituiti. Si è trattato di pura fortuna. D’altro canto nell’elenco composto da circa 1150 elettori figurano ahimè anche parenti dei dipendenti; vogliamo ammazzarli per questo? Voglio spezzare una lancia a favore della commissione che unanimamente ha deciso per il sorteggio. Inoltre voglio precisare che alla riunione, svoltasi nella sala consiliare, hanno partecipato anche alcuni cittadini che hanno potuto, così, constatare la correttezza di tutte le operazioni».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *