alpadesa
  
Flash news:   Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata

Operazione derattizzazione in città. Guarda le foto

Pubblicato in data: 24/4/2010 alle ore:04:06 • Categoria: Cronaca

derattizzazione1Operazione derattizzazione con esche nelle principali strade e contrade della città.
Un servizio programmato da giorni dall’Assessorato all’Ambiente, guidato da Maurizio De Vinco, e svolto per tutta al giornata di ieri in collaborazione con l’Asl e la Cidap, la ditta di Prata Principato Ultra.
derattizzazione6A sollecitare l’intervento l’avvistamento da parte di cittadini di topi in più punti della cittadina del Sabato. Proprio la presenza di roditori in piazza Umberto I, in via Appia, piazza Cassese e altre zone della città aveva non poco allarmato diversi genitori.
E così da ieri mattina alle 9, fino a tarda sera, una squadra di due operai della Cidap hanno posizionato, all’interno di ogni tombino e caditoia, esche di Clorodex, un rodenticida a base di clorofacinone mescolato in miscela con sostanze alimentari unite ad appetizzanti che non appena ingerito causa la morte di tutte le specie di roditori comunemente rinvenibili in ambiente cittadino.
derrattizzazione2Le esche sono state posizionate da una squadra specializzata della Cidap, accompagnata da una pattuglia della locale Protezione Civile.
Un intervento che sarà eseguito periodicamente.
L’operazione ha richiesto diverse ore.
«Si tratta di un intervento che era stato programmato da tempo in collaborazione con l’Asl e la Cidap, la ditta che ha eseguito l’intervento ad Atripalda – spiega l’assessore delegato all’Ambiente Maurizio De Vinco -. Ci siamo basati sulle segnalazioni dei cittadini per individuare le aree da derattizzare ma comunque seguiremo un programma preciso e periodico di intervento che tiene conto anche dell’alternanza delle stagioni dell’anno».
derattizzazione4

 

 

 

 
derattizzazione5

 

 

 

 

 

 

derattizzazione3

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Così non va – Allarme topi nella villa comunale

Allarme topi nella villa comunale. Con l'arrivo della bella stagione diverse le segnalazioni giunte in redazione su avvistamenti di roditori Read more

Così non va – Ancora allarme topi in città

Ancora allarme topi in città. «Passeggiando per la centralissima piazza Umberto I - si legge nella segnalazione inviata in redazione Read more

Così non va – Paura topi in città

Paura topi in città. Nonostante l'azione di derattizzazione portata avanti periodicamente dall'azienda sanitaria locale, sono arrivate diverse segnalazioni da parte Read more

Abellinum, il senatore Grassi: “Più fondi alla Cultura”. Antonacci: “Faremo la nostra parte fino in fondo”

«Scarsità di fondi e difficoltà ad individuare le persone giuste cui affidare il rilancio e la cura dei beni archeologici: Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *