alpadesa
  
Flash news:   Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Premio Scianguetta, domani la premiazione del miglior giornalino scolastico

Pubblicato in data: 19/5/2010 alle ore:13:15 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

premio-scianguettaLe premiazioni del concorso “Il miglior giornalino scolastico Carmine Scianguetta“, organizzato dall’Istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani” di Manocalzati e arrivato alla X edizione, si terranno giovedì pomeriggio, 20 maggio, alle ore 17 presso il Castello di San Barbato a Manocalzati. Alla manifestazione saranno presenti, tra gli altri, il Ministro all’attuazione del programma on. Gianfranco Rotondi, il Vescovo di Avellino mons. Francesco Marino, i sindaci di Parolise, Candida e San Potito Ultra, che hanno patrocinato il progetto e il primo cittadino di Manocalzati che ha anche finanziato l’iniziativa, e i giornalisti che hanno composto la giuria di qualità che si è occupata di valutare e scegliere i giornali migliori. «Siamo davvero fieri del lavoro svolto dai nostri ragazzi. – ha esordito questa mattina la Dirigente Scolastica Giuliana Mercone, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento – Abbiamo cercato di infondere loro un senso di appartenenza al territorio che, in questo momento drammatico per la venuta meno dei valori, riteniamo fondamentale per non smarrirsi in una globalizzazione senza controllo». Un progetto che, dunque, esce dagli schemi della mera (seppur affascinante e complessa) realizzazione di un giornale scolastico e che mira ad «allontanare i tanti veicoli di dispersione che possono traviare i cittadini del futuro. Il nostro obiettivo era quello di fornire un’esperienza di vita positiva ai nostri ragazzi» – ha concluso Mercone. Un giornale a tutti gli effetti il “Comprensiamoci” dell’Istituto Milani, come ha tenuto a ribadire con forza la professoressa Assunta Argenio, responsabile della gestione dei contenuti: «Siamo convinti di aver fatto un ottimo lavoro, siamo soddisfatti del risultato ottenuto. Le varie sezioni del giornale mettono in risalto le attività dei giovani sul territorio e l’unione della nuova cultura con quella del tempo che fu. Abbiamo potuto contare sulla partecipazione di tutti. Ne siamo fieri». Entusiasmo e voglia di fare che «da due anni – chiosa Argenio – ci permette di allestire due numeri anziché un unico lavoro. Stiamo migliorando e possiamo fare ancora di più».
Numeri importanti, quelli relativi al premio nazionale, che quest’anno, come ha sottolineato, non senza orgoglio, la professoressa Pina Guarino, che ricopre, assieme alla collega Rita Noce, il ruolo di responsabile della funzione strumentale del progetto: «Le giurie (una di giornalisti per i giornali delle scuole superiori, l’altra formata da studenti per quelli delle scuole elementari e medie inferiori ndr) hanno dovuto analizzare qualcosa come 400 lavori giunti da tutta Italia. Tra questi sono stati scelti 50 giornali che saranno premiati per i contenuti, la grafica, l’originalità o per particolarità specifiche. Un grandissimo successo». Entusiasta anche Rita Noce che ha posto l’accento sulla «competenza dimostrata dai giovani studenti nella scelta dei lavori migliori. Dei veri giornalisti “in erba”. Spero davvero che si continui su questa strada». Appuntamento, dunque, per domani pomeriggio alle 17 al Castello di San Barbato a Manocalzati per regalare ai giovani studenti irpini, e di tutta Italia, il riconoscimento che meritano per un lavoro che li proietta nel futuro.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *