alpadesa
  
Flash news:   Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni” Il presidente Biancardi ad Atripalda:«Sanità lontana dalla gente. C’è bisogno di confronto e dialogo con tutte le parti sul territorio». FOTO Serie B, non basta il cuore all’Atripalda Volleyball: Ottaviano passa 3 a 1 Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas: battuta Reggio Emilia. Foto Oggi il giorno del dolore e dell’addio a Vittorio Salvati

Assunzioni all’Asa, scoppia una nuova bufera

Pubblicato in data: 21/5/2010 alle ore:10:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

logoasaNuova bufera sull’Asa, Avellino Servizi Ambientali Spa, il braccio operativo del Cosmari Av1.
L’Asa è una societa’ in liquidazione, ma nonostante ciò continua ad assumere operatori ecologici con procedure di estrema urgenza.
Per anni l’Asa spa, società mista a prevalenza di capitale pubblico, ha gestito il servizio di raccolta e smaltimento per il comune di Avellino e in altre zone della provincia, tra i quali il comune di Atripalda. Il 31 dicembre prossimo cessera’ ogni attivita’ come dispongono le nuove norme sulla provincializzazione del servizio.
Eppure in questi giorni sono entrati in servizio cinque nuovi operai e un direttore generale.
Un provvedimento firmato ieri dall’amministratore delegato Sheila Chiusolo ha consentito ai nuovi operai di iniziare il lavoro cosi’ come per il coordinatore dei servizi, Emiliano Pescatore, che da socio privato diventa dipendente con un inquadramento di quinto livello.
Procedura anomala, affrettata e irrispettosa dei passaggi necessari la definisce il presidente del collegio liquidatore Walter Palermo,  che è il soggetto liquidatore del Cosmari Av1, che ha voluto denunciare l’episodio alla stampa e al’opinione pubblica.
Un bufera per porta il presidente Angelo Romano a dimettersi e Palermo ad azzerare il consiglio di amministrazione dell’Asa, revocando il consigliere di nomina pubblica D’Amore.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *