alpadesa
  
Flash news:   Maltempo, paura a via Pianodardine: straripa il Fenestrelle e invade il ponte delle Filande Polemiche avvio anno scolastico, l’opposizione “Noi Atripalda” porta in Consiglio comunale la questione Stop ai disservizi, riapre di pomeriggio il cimitero di Atripalda Riapertura delle scuole in tempo di Covid, il messaggio del vescovo Aiello: “ la paura non può ritardare il desiderato primo campanello” Il viaggio in Irpinia dell’associazione atripaldese “ACIPeA” Aliquote Imu e Tari, mercoledì torna in seduta straordinaria il Consiglio comunale di Atripalda Elezioni regionali, i ringraziamenti del vicesindaco Anna Nazzaro Giovane coppia con febbre e dolori attende da 12 giorni il tampone Da oggi obbligo di mascherina all’aperto in Campania tutto il giorno: ordinanza del presidente De Luca Protesta delle famiglie contro i doppi turni all’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda: ieri mattina una delegazione dal sindaco. Foto

Convento San Pasquale, padre Roberto:«I frati verranno trasferiti, ma per i fedeli non cambierà nulla»

Pubblicato in data: 10/8/2010 alle ore:09:01 • Categoria: Attualità

convento-spasquale«Da settembre i frati verranno trasferiti nella Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, ma per il Convento di San Paquale e i fedeli non cambierà nulla», spiega padre Roberto Luongo, Guardiano dello storico Convento di San Pasquale di piazza Umberto I e parroco della Parrocchia del Cuore Immaocolato di Maria. Da settimane si è diffusa, infatti, in città la notizia del rischio di chiusura della struttura cinquecentesca per decisione del Ministro Provinciale di Benevento, in quanto ciò rientrerebbe in un più generale riassetto delle strutture francescane. «I frati verranno a dormire e mangiare nella Parrocchia di via Degli Imbimbo, – continua padre Roberto – ma continueranno a recarsi nel convento atripaldese per le funzioni religiose, i corsi di catechismo e quanto altro hanno portato avanti fino ad ora. Gli Scout, la Gioventù Francescana e i gruppi di preghiera non subiranno alcun disagio». Lo storico convento, infatti, ha sempre ospitato i corsi di catechismo, poiché la Chiesa del Carmine, che da settembre avrà un nuovo sacerdote della Diocesi di Avellino, è sprovvista di spazi adatti ad ospitare i gruppi di ragazzi. L’ampia struttura religiosa, inoltre, era stata proposta, già alcuni anni fa, dagli Amministratori come sede per la realizzazione di altri servizi di interesse sociale:«Circa tre anni fa il comune atripaldese aveva avanzato la proposta di ospitare all’interno del convento una mensa e un centro di accoglienza per i più poveri e bisognosi, ma non se ne fece più nulla. Certamente se gli Amministratori volessero riproporre un utilizzo del genere non potremmo che essere d’accordo».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *