alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia La Giunta Spagnuolo approva il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori di ristrutturazione del campo sportivo comunale “Valleverde” in erbetta sintetica. Il sindaco: “un intervento importante” Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia Coronavirus, Idea Atripalda scrive al sindaco per chiedere un punto drive test per effettuare i tamponi naso-faringei L’Avellino travolge la Casertana: 3-1 il finale Si chiude la controversia giudiziaria tra il Comune di Atripalda e la Ingino Spa dopo che il Tar di Salerno dà ragione all’azienda agroalimentare

Rotatorie in via Appia e via Manfredi con un bando da 400mila euro. I lavori in estate

Pubblicato in data: 21/5/2011 alle ore:10:00 • Categoria: Attualità

rotatoria via appiaQuattrocentomila euro per la messa in sicurezza di via Appia e via Manfredi, in corso d’esecuzione la procedura di affidamento dei lavori dopo lo sblocco dei fondi da parte del Ministero dell’Economia. La prima delle due rotatorie sarà realizzata di fronte al Parco Commerciale Appia, in un punto nevralgico per la circolazione veicolare e pedonale, all’ingresso della cittadina del Sabato e del raccordo autostradale Av-Sa. La seconda, di dimensioni più ridotte, sarà realizzata, invece, all’incrocio tra via Manfredi e via Circumvallazione. Il finanziamento è costituito da fondi interministeriali con la partecipazione del Ministero delle Infrastrutture e dell’Economia.
I fondi erogati (374.965,69 euro) mediante un contributo della Regione, saranno per una parte a carico dello Stato (circa 284mila euro) e un’altra come compartecipazione del Comune di Atripalda. «L’iter di approvazione del progetto è cominciato con l’Amministrazione Rega su proposta dell’allora assessore al Traffico Ulderico Pacia, che partecipò ad un apposito bando sulla sicurezza stradale – spiega l’assessore Tony Troisi -. Successivamente il rotatoria via appiaprogetto fu ammesso a finanziamento e nel 2007 l’Amministrazione Laurenzano ha provveduto ad approvare la progettazione esecutiva e a rendere cantierabile l’intervento, stabilendo un importante percorso di continuità rispetto ai lavori programmati nel tempo». La grande rotatoria verde a forma di meridiana scandirà le ore del giorno e le stagioni dell’anno, equinozi e solstizi, con piante che contribuiranno ad evidenziare lo scorrere del tempo cambiando colore al variare delle stagioni e della fioritura. Ad elaborare il progetto un pool di architetti capitanati da Luigi De Cristofaro (con lui i professionisti Marino Nardiello, Amabile Iannaccone e la consulenza dell’ingegnere Mario Perrotta). Un’area in tutto di circa 5000 mq. Grande attenzione sarà riservata anche alle esigenze dei pedoni con percorsi pedonali ad hoc e nuova illuminazione all’altezza del raccordo autostradale Av-Sa.
Infine, iniziati i lavori per la realizzazione di cinque isole spartitraffico in piazza Orta con l’installazione di cubi di pietra lavica circondati da un cordolo in pietra bianca. A seguire la scarificazione e la bitumazione di via Cesinali e via Aldo Moro ridotti, oramai, a colabrodo. Ci sarà anche il rifacimento del marciapiede sul lato destro di via Aldo Moro. In programma anche l’installazione di pali per la pubblica illuminazione e il rifacimento della bretella di collegamento tra le contrade Alvanite e Novesoldi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *