alpadesa
  
Flash news:   Vandali di nuovo in azione nel centro storico, imbrattata Piazzetta degli Artisti ad Atripalda: lo sdegno sui social. Foto Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati Finisce in pareggio il derby campano tra Avellino e Juve Stabia La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati”

Polstrada – Il commiato del comandante Alessandro Salzano

Pubblicato in data: 15/9/2011 alle ore:08:35 • Categoria: Cronaca

alessandro-salzanoDal 18 settembre, dopo otto lunghi anni costellati da brillanti operazioni, il comandante della Polstrada di Avellino, Alessandro Salzano (foto) lascia il comando provinciale irpino per andare a ricoprire un importante incarico presso la Questura di Benevento. Al suo posto arriva il vicequestore aggiunto Salvatore Imparato.
Questa la lettera di commiato del comandante Salzano:

Dall’11 luglio 2003 al 18 settembre 2011: oltre otto anni è durata l’esperienza alla guida della Polizia Stradale di Avellino, più di chiunque altro predecessore che possa annoverare l’ufficio dalla sua costituzione del 1948. Anni molto intensi e sicuramente ricchissimi di risultati e soddisfazioni, condivisi con tutto il personale burocratico e pattugliante e i Comandanti delle Sottosezioni Autostradali, il cui lavoro, con le pattuglie di vigilanza sulla A16 è imprescindibile valore aggiunto per la sicurezza della circolazione stradale sulla grande viabilità. Risultati raggiunti anche grazie al ‘clima ideale’ ricercato con tutti i collaboratori al fine di creare la giusta ed idonea dimensione dell’ambiente lavorativo; è per questo che il principale, affettuoso, sincero ringraziamento va soprattutto ai collaboratori.
Per usare il gergo calcistico, sono le pattuglie di vigilanza il terminale offensivo che permette di ottenere risultati nella fase di rilevamento delle infrazioni, così come per i rilievi di incidenti e la gestione di emergenze della circolazione stradale (controllo al traffico commerciale, neve, gravi incidenti, blocchi della circolazione, scorte ad autorità, competizioni calcistiche, controllo stragi del sabato sera, ecc).
Di assoluto rilievo e fondamentale importanza per la comunità irpina sono i record storici di abbattimento dell’incidentalità sulle arterie vigilate dalle pattuglie; ci sono stati anni in cui alla voce morti il dato è stato zero; si sa, però, che fa più notizia un morto che non il mancato verificarsi di un incidente stradale. Questo il mandato principale per la Polizia Stradale, tentare di salvare vite umane; tutto ciò è stato possibile anche attraverso le numerose campagne di sensibilizzazione nelle scuole e con varie manifestazioni, unitamente ad altri attori principali della sicurezza: voglio ringraziare, pertanto, gli esponenti del ‘mondo scuola’, dell’Aci, dell’Anas, della Società Autostrade, della Mctc, dell’Asl, della Fai Conftrasporto Avellino, Ass. Vittime della Strada, degli enti locali, Comuni e Provincia, e tutte le altre associazioni di categoria che spesso ci hanno accompagnato nel percorso educativo per creare una cultura della sicurezza stradale anche contro l’uso di alcool e droga. Prevenzione e formazione, dunque, prima di ogni altra cosa. A questa attività ha partecipato anche il gruppo sportivo della Polizia Stradale, creato ad Avellino e precursore, per molti altri con le manifestazioni cui ha partecipato, conquistando la ribalta della cronaca nazionale.
Non sarebbe stata possibile, però, l’organizzazione e la predisposizione di tutti i servizi se non attraverso la regia del Compatimento regionale e il coordinamento dei Sig.ri Prefetti di Avellino e la gestione tecnica operativa dei Sig.ri Questori che si sono succeduti in questi otto anni: mi sia permesso di menzionare l’eccellenza Dott. Blasco e il Dott. Bracco in particolare che mi hanno accompagnato nell’ultimo periodo.  Idillio di rapporto tra istituzioni posso vantare di annoverare anche con i Sig.ri Comandanti provinciali di tutte le altre Forze di Polizia che pure ringrazio per la collaborazione ricevuta. Di notevole impatto mediatico, oltre che risolutive di seri problemi criminogeni, sono state le operazioni di polizia giudiziaria e tutta l’attività ad essa connessa, condotte in tutta la provincia; l’operazione Patenti Market 1 e 2, l’Operazione Centauro, l’Operazione Incontro, per le rapine di Autogrill, sono stati centinaia gli arresti e migliaia le persone denunciate; esami truccati dalle autoscuole, agenzie pratiche automobilistiche infedeli, esecizi commerciali controllati in tutta la provincia, costante contrasto al riciclaggio e ricettazione di veicoli, sono altri aspetti dell’attività svolta. Riferimento sono sempre stati i Sig.ri Procuratori della Repubblica presso i Tribunali di Avellino, Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi che ringrazio per l’opera di indirizzo e coordinamento del’attività di polizia giudiziaria.
Mi accingo ad assumere un nuovo incarico presso la Questura di Benevento, nella convinzione di aver dato il massimo e con la consapevolezza che il funzionario di Polizia debba avere l’esperienza professionale a 360 gradi da offrire alla comunità. Ritengo Avellino e l’Irpinia essere per il futuro il ‘centro dei miei interessi’ e per molti aspetti un’isola felice e terreno fertile per migliorare ancora la cultura della sicurezza stradale.
A voi giornalisti, infine, per i quali oggi ho desiderato quest’incontro, va il mio ringraziamento più sincero e senza retorica; avete accompagnato la Polstrada sempre con correttezza e attenzione, con disponibilità e professionalità.
Grazie di cuore

comandante Alessandro Salzano

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *