alpadesa
  
Flash news:   Idea Atripalda raccoglie proposte e segnalazioni per migliorare la Città Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità” Domenico Airoma a capo della procura della Repubblica di Avellino Riapertura scuole in Campania, il Tar ordina: Primaria in classe da domani Stufa a Gpl prende fuoco ad Atripalda, i Vigili del fuoco evitano il peggio Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, la Giunta Spagnuolo fissa gli impegni di spesa per i due progetti di riqualificazione e risanamento idrogeologico ad Atripalda Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Il derby campano con la Cavese è dei lupi Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda

Incendio blindato Roma, black bloc irpino tradito da una telefonata allo spacciatore

Pubblicato in data: 23/10/2011 alle ore:08:10 • Categoria: Cronaca

black-blocHai visto cosa ho fatto a Roma?“, è stato tradito da una telefonata fatta al suo spacciatore, L.V., 23 anni, di Ariano Irpino. Il giovane è stato arrestato perché ritenuto responsabile dell’incendio del blindato dei Carabinieri in piazza San Giovanni a Roma (foto) durante il corteo del 15 ottobre Indignati. Dall’intercettazione telefonica e dal confronto di filmati e foto i militari hanno individuato il giovane, che stava per partire per la Val di Susa per la protesta dei No Tav. Il ventitrenne studente di Chieti, originario di Benevento ma residente ad Ariano, oltre al tentato omicidio in concorso, è accusato anche di devastazione e saccheggio. In passato, il black bloc irpino avrebbe preso parte, inoltre, a simili azioni violente in occasione di manifestazioni di piazza.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *