alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

Scomparsa Antonio Cassese, Laurenzano: “Esempio di vita e orgoglio per la comunità atripaldese”

Pubblicato in data: 23/10/2011 alle ore:16:20 • Categoria: CronacaStampa Articolo

antonio-cassese-650Cordoglio e commozione ad Atripalda per la scomparsa di Antonio Cassese. La cittadina del Sabato e l’Italia intera perdono un grande giurista, morto ieri pomeriggio nella sua casa di Firenze. Cassese nato ad Atripalda nel 1937, giurista, scrittore, docente di diritto internazionale, fratello dell’ex ministro Sabino, negli ultimi anni aveva lottato contro una grave malattia. A livello internazionale si era battuto contro ogni violazione dei diritti fondamentali delle persone, ricoprendo prestigiosi incarichi tra i quali quello di presidente del Comitato Europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani o degradanti e di primo presidente del Tribunale Penale Internazionale per l’ex-Jugoslavia. Nel 2009 era stato nominato presidente del Tribunale speciale per il Libano, incarico dal quale si era dimesso pochi giorni fa proprio per motivi di salute.
Antonio, insieme al fratello Sabino, era stato sempre legato alle sue origini atripaldesi. Due anni fa la visita in città per ricevere un’onorificenza dall’Amministrazione comunale.
Esprimo profondo cordoglio – commenta dispiaciuto il sindaco Aldo Laurenzanoalla famiglia Cassese che ha dato ad Atripalda due illustri fratelli, orgoglio della comunità atripaldese“. Il primo cittadino, a nome dell’Amministrazione, appena appresa la notizia, ha inviato un telegramma di condoglianze alla famiglia. “Ci è sembrato il minimo – prosegue il sindaco che non nasconde la sua volontà di partecipare ai funerali -. Lunedì mi sentirò con i capigruppo consiliari con i quali stileremo un manifesto pubblico per un personaggio che deve essere di esempio per le giovani generazioni. Un pensiero affettuoso anche al fratello Sabino da sempre vicino alla sua cittadina natale“.
Con la cittadina atripaldese la famiglia Cassese ha mantenuto in questi anni sempre un forte legame, per la presenza della famiglia Pennella, parenti stretti. Proprio il professor Giuseppe Pennella, cugino di primo grado di Antonio e Sabino ad ottobre 2010 organizzò nella sala del Comune un conferenza in ricordo dei 50 anni dalla scomparsa del papà dei due illustri atripaldesi, lo storico Leopoldo Cassese. A giorni inoltre il professore Pennella manderà in stampa un libro scritto proprio con il contributo di Antonio e del fratello Sabino dal titolo: “Leopoldo Cassese, archivista e organizzatore di cultura“.
Ecco il ricordo del cugino Giuseppe Pennella: “Antonio era un’anima docile. Sempre sorridente e fraterno nei modi, ha saputo affrontare con animo docile i tanti impegni ed incarichi a livello internazionale di grandissima difficoltà che ha ricoperto. Ricordo tra questi di quando ha ricevuto dalla regina d’Olanda un premio come maggiore giurista di diritto internazionale. Una grande perdita per la comunità“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *