alpadesa
  
Flash news:   Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto Porta i cani nell’ex scuola di Rampa San Pasquale interdetta al pubblico, fermato dai Vigili Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Non bastano i rinforzi, Scandone sconfitta ancora a Corato Pari a reti bianche nel derby con la Cavese. Capuano: «Dovevamo vincerla» Il Consiglio d’Istituto del Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda elegge presidente Roberto Savarese ribaltando l’esito delle elezioni suppletive. Due genitori allontanati dai Vigili

Intente a prostituirsi sulla Variante 7bis, foglio di via per tre rumene

Pubblicato in data: 18/6/2013 alle ore:10:27 • Categoria: CronacaStampa Articolo

prostituzione-sulla-variante-7bisSorprese nel chiaro intento di prostituirsi lungo la Variante 7 bis in territorio di Atripalda.
I Carabinieri della Stazione di Atripalda, unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno proposto per il foglio di via obbligatorio dal Comune di Atripalda, tre giovani donne di origine rumena sorprese, in abiti succinti, mentre sostavano in zona isolata senza giustificato motivo, ma col chiaro e dichiarato di svolgere l’attività di prostituzione.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *