alpadesa
  
sabato 17 agosto 2019
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Tragedia sulla Variante, lo choc della comunità atripaldese nelle parole del sindaco Spagnuolo e di don Ranieri

Pubblicato in data: 9/4/2014 alle ore:05:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

rita-carmela-iannacconeLa comunità è sgomenta per quanti accaduto, si tratta di una persona conosciuta da tutti“. Sono le prime parole del sindaco Paolo Spagnuolo non appena ha appreso la triste notizia della morte della signora Rita Carmela Iannaccone (foto).
Pensionata e sposata con Francesco Cipolletta, la coppia aveva vissuto in Svizzera per tanti anni prima di ritornare da anni in città. Qui viveva al secondo piano di uno stabile a ridosso di via Roma, in via San Nicola. Lascia due figli.
Un evento così tragico – prosegue il primo cittadino – dato anche l’età matura della persona. Una fatalità evidentemente e sicuramente non imputabile all’alta velocità del conducente per cui non posso che stringermi a nome della città intorno alla famiglia per un evento così doloroso che lascia senza parole“.
La donna nonostante la cintura allacciata è morta sul colpo. I sanitari giunti sul posto non hanno potuto che constatarne il decesso. Neanche l’apertura dell’airbag le ha salvato la vita. Il corpo dell’anziana signora è stato trasportato con il carro funebre presso l’obitorio della città ospedaliera di Avellino a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Questa mattina la Procura della Repubblica di Avellino nominerà il medico legale per gli accertamenti di rito. Il marito invece è stato immediatamente soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale Moscati di Avellino dove è giunto in grave condizioni. Ora si trova in prognosi riservata ma non corre fortunatamente pericolo di vita.
Forte lo sconcerto nell’intera cittadina del Sabato quando si è appreso del tragico incidente sulla variante Settebis nei pressi del raccordo autostradale Avellino-Salenro. Lo strazio dei familiari e dei parenti e di quanti la conoscevano. Molti ricordano la coppia di anziani che era solita passeggiare in piazza Umberto. Un cordoglio unanime.
La signora frequentava la chiesa del Carmine di via Roma dove si recava spesso ad ascoltare la messa. “Una persona molto discreta, riservata, educata e gentile – così la ricorda il parroco della chiesa del Carmine, don Ranieri Picone che non nasconde sconcerto e commozione -. Mi dispiace tantissimo. Veniva sempre in chiesa. Alla famiglia il cordoglio da parte di tuta la comunità”. La notizia ha scosso non poco il parroco che conosceva la signora Rita Carmela da anni.
Una città sotto choc. La notizia si è subito diffusa rapidamente nel tardo pomeriggio, la comunità è incredula. E si stringe intorno al dolore della famiglia.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Tragedia sulla Variante, lo choc della comunità atripaldese nelle parole del sindaco Spagnuolo e di don Ranieri”

  1. salvo ha detto:

    com’è possibile che sia successo:-?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *