alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino Consorzio dei Servizi Sociali A5, dopo l’elezione di Vito Pelosi parla Nancy Palladino: «Non c’era alcun accordo politico tra Pd e Iv, anzi se ci fosse stato io non ne ero a conoscenza» Coronavirus, sono 10.925 i nuovi contagi: mai così tanti dall’inizio della pandemia Coronavirus, il sindaco Spagnuolo tranquillizza i genitori degli alunni della Masi sottoposti a tampone: “i report parziali segnalano una negatività al covid-19” Coronavirus, dipendenti comunali sottoposti a test sierologico: tutti negativi Coronavirus, De Luca riapre asili e nidi in Campania

Non paga la vacanza a cinque stelle: irpino condannato per truffa

Pubblicato in data: 26/5/2015 alle ore:16:21 • Categoria: Cronaca

tribunale-generica-aula-bunker2Si può rinunciare a tutto, ma ad una vacanza proprio no. È forse questo quello che avrà pensato un “vacanziere” irpino che aveva organizzato la vacanza al mare – per sé e per tutta la famiglia, compreso il cane al seguito, nei minimi particolari, in un hotel a cinque stelle, senza badare a spese, consegnando ad una nota agenzia di viaggi di Atripalda un assegno e garantendo sull’esito positivo della transazione. A vacanza finita, l’amara sorpresa per l’agente turistico che si vedeva tornare indietro l’assegno con tanto di spese di protesto: in pratica oltre il danno anche la beffa. Ma, a seguito di denuncia, i carabinieri della locale stazione di Atripalda si attivavano al fine di identificare e denunciare per truffa il vacanziere  insolvente. Dopo due anni di processo finalmente il Tribunale Monocratico di Avellino ha condannato il truffatore “vacanziere” a sei mesi di reclusione e l’agenzia di viaggi, costituitasi parte civile ed assistita dall’avvocato penalista atripaldese Mauro Alvino, si è vista riconosciuta una provvisionale – immediatamente esecutiva – per il risarcimento del danno.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *