alpadesa
  
domenica 23 febbraio 2020
Flash news:   Coronavirus: il figlio rientra in Irpinia da Codogno, famiglia in quarantena a Montefusco Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Taglio pioppi in via San Lorenzo, l’intervento della delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia: “abbattimento dopo verifica tecnica e di un agronomo”. Foto Taglio pioppi in via San Lorenzo, scoppia la polemica sui social. L’attivista del M5S Antonello Di Guglielmo scrive: “Ambiente punto di non ritorno” Lunedì crocevia per la tenuta del bilancio comunale di Atripalda: maxi debito in Consiglio con il piano di rateazione Avellino Calcio, Circelli: “pronto a rilevare le quote di Izzo e soci con nuovi imprenditori” Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto

Domenica 8 maggio torna “Bicincittà” sognando il percorso ciclopedonale. Spagnuolo e Soricelli: “Sinergia tra associazioni, enti e politica per grande progetto”

Pubblicato in data: 28/4/2016 alle ore:10:15 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

presentazione cicloturistica (1)Un percorso lungo diciotto kilometri che collega Atripalda, Avellino, Mercogliano e Monteforte Irpino: è questo il progetto ciclopedonale che dal 2008 aspetta di diventare realtà. Ad accendere nuovamente l’attenzione sulla questione in occasione del consueto appuntamento con «Bicincittà Passeggiata Cicloturistica» del prossimo 8 maggio è il dirigente regionale Uisp Carmine Soricelli. «Un evento importante perchè legato al progetto ciclopedonale che – interviene Soricelli – attraverso la sinergia di diverse associazioni mira alla valorizzazione del territorio coniugando il percorso agli attrattori turistici idan modo amplificarne la valenza come accade nella Valle del Chianti o per la ciclopedonale Venezia – Torino». La passeggiata cicloturistica ripropone, dunque, un progetto nel cassetto dal 2008: «era addirittura il primo progetto finanziabile dell’Area Vasta poi sono cambiati gli scenari politici e gli interlocutori e siamo rimasti in pochi a portare avanti questo discorso rivalutato oggi grazie anche all’interessamento dell’assessore Ugo Tomasone». Il progetto da 10 milioni di euro mira ad intercettare i Fondi Europei 2014-2020 e consiste nella realizzazione, lungo l’alveo del fiume Fenestrelle, di due corsie una per cicloamatori e l’altra podistica. Diversi i soggetti a supporto dell’iniziativa: il Coni provinciale con il presidente Giuseppe Saviano, l’Isal, l’Unicef, l’Amd, il Circolo Amatori della Bici, il Csv, la Misericordia di Atripalda, l’Anps, l’Associazione Ciclistica Avellino 2014, la Federazione Ciclistica Italiana nonché le Pro Loco.
«Al di là del messaggio volto all’utilizzo maggiore dalla bici per inquinare meno, l’obiettivo è sensibilizzare alla costituzione del percorso ciclabile – sottolinea il sindaco Paolo Spagnuolo – rispetto al quale progetto preliminare del 2008 siamo indietro di anni. E’ la politica che deve fare da sintesi per cui mi assumo l’impegno di far diventare cantierabile il progetto».  Un impegno assunto in vista del convegno promosso dal Circolo Pd De Sanctis in programma il prossimo 3 maggio al Circolo della Stampa a cui prenderanno parte anche i sindaci Foti, Carullo e De Stefano. «I Comuni non hanno risorse per cui non possiamo perdere l’ultimo treno dei Fondi  Europei 2014-2020 – prosegue -. Accolgo l’input delle associazioni, dei territori, della Uisp e ci sarà impegno dei quattro sindaci per rendere questo progetto concreto, sensibilizzare all’uso di mezzi non inquinanti e contemporaneamente valorizzare il territorio. Ad Atripalda creeremo inoltre percorsi artigianali su marciapiedi e strade proprio per abituare i cittadini all’esigenza di percorsi ciclopedonali». Sulla stessa lunghezza d’onda il primo cittadino Massimiliano Carullo: «Una bella iniziativa che racchiude sport e ambiente in un progetto da collegare ad un’idea di sviluppo, occupazione, politiche sociali e culturale che ora ha la sua ultima possibilità di realizzazione». Puntare dunque ad un sinergia tra le quattro amministrazioni per «creare armonia in un’area di centomila abitanti attraverso una progettualità turistica che non limiti un comune rispetto ad un altro. Avellino deve essere protagonista perchè se cresce il capoluogo cresce anche l’hinterland».
«Siamo sempre la provincia povera perchè bisogna aspettare i tempi della burocrazia e della politica  – interviene Saviano -. Questa sembra però essere la volta buona perchè si è creato ambiente e cultura per sortire effetti positivi e costruire un futuro migliore con più biciclette e meno auto. Potremo avere risultati solo se ci mettiamo in rete tra associazioni e istituzioni per pungolare continuamente la politica». Secondo il presidente della Pro Loco di Mercogliano Vittorio D’Alessio occorre puntare anche «sull’imprenditoria in collaborazione con gli enti locali in quanto la politica da sola non fa concertazione». A Mercogliano, infatti, in estate sarà allestita, grazie a investimenti privati la Cittadella dello Sport: «Non ci siamo mai riusciti, ma quest’anno grazie a una multinazionale tedesca avremo un campo di basket, un altro imprenditore realizzerà un campo per beach soccer e beach volley nello spazio sottostante la piscina comunale, ed ancora un campo di bocce per anziani e un’area da dedicare a vari sport». «Bene le sinergie con i privati – interviene Ivo Capone, presidente regionale Uisp – ma non bisogna affidarsi al mecenate di turno per questo noi portiamo avanti il riconoscimento del diritto allo sport che coinvolge l’ambiente, la mobilità sostenibile e la riqualificazione degli spazi».

Appuntamento per il ritrovo e le iscrizioni, gratuite ma obbligatorie, alle ore 8.30 dinanzi alla Pro Loco di Mercogliano, la partenza è prevista per le 9.30 si prosegue poi per via Ramiro Marconi, viale Europa, via Traversa, via Fontana San Nicola. Poi l’arrivo a Monteforte Irpino in località Alvanella per le ore 10 per ulteriori iscrizioni presso «Linea Bici» per proseguire verso via Nazionale a Torrette. Alle 10.15 arrivo in viale Italia ad Avellino, corso Vittorio Emanuele, piazza Libertà e pit stop alla Casina del Principe. Si prosegue poi per corso Umberto I, via F. Tedesco e via Troncone. Arrivo ad Atripalda previsto per le 11 in via Appia presso punto vendita Legea. Si prosegue ancora in via Aldo Moro, piazza Orta, via Gramsci, via Fiume, via Manfredi, via Pianodardine, via San Lorenzo, via Ferrovia, via Roma e si terminerà in piazza Umberto I alle ore 12.30.
presentazione cicloturistica (2) presentazione cicloturistica (3) presentazione cicloturistica (4)

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *