alpadesa
  
Flash news:   Blitz al mercato del giovedì con sequestro di prodotti ittici e sanzioni ai commercianti Una delegazione atripaldese al raduno mondiale Scout negli Usa Beffa Navigator, la Regione Campania non firma la convenzione: i vincitori pronti ad intraprendere un’azione giudiziaria Il sindaco di Atripalda eletto nel consiglio del Distretto idrico Calore Irpino Addio a Flavio Puleo, anima in Curva Nord dei ”Biancoverdi Insuper…Abili” Ennesimo episodio di violenza in piazza Umberto, lite passionale tra due uomini in un negozio: arrivano cittadini e Carabinieri In migliaia per la Notte Bianca della Madonna del Carmelo. I commercianti: “puntiamo alla calendarizzazione per rivitalizzare il commercio cittadino”. FOTO Atripalda Volleyball, al centro c’è Emanuele Fastoso: “Sono determinato a fare bene. Qui sui può puntare a tornare ai vertici” Murata e bonificata l’ex scuola elementare di rampa San Pasquale dopo gli atti vandalici. FOTO Seconda edizione estiva del “Cinema in Piazzetta”

Dalla libertà vigilata alla casa lavoro: due anni al trentenne autore di centinaia di truffe online

Pubblicato in data: 27/4/2018 alle ore:14:13 • Categoria: CronacaStampa Articolo

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal Tribunale di Avellino nei confronti di un trentenne con il quale è stato disposto l’aggravamento della Libertà Vigilata. Il giovane, noto truffatore seriale, attraverso numerosi alias, via internet avrebbe messo a segno centinaia di truffe. Moltissimi dunque gli utenti della rete caduti nella sua trappola, convinti di poter acquistare telefonini, tablet, consolle per videogiochi ed altro materiale ad un prezzo oltremodo conveniente: ignari del raggiro in cui sarebbero incappati, effettuavano il pagamento mediante il versamento dell’importo su una carta prepagata. Ricevuto il compenso pattuito, il truffatore però non inviava mai il materiale acquistato e si rendeva irreperibile. Attraverso una meticolosa analisi delle tracce informatiche e finanziarie, condotta sulla base di una rafforzata attenzione che il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino da tempo riversa per tale odioso reato, gli investigatori risalivano all’identità del giovane di Atripalda. Sebbene già sottoposto a misure che espressamente gli impedivano l’utilizzo di strumenti informatici, ha continuato a perpetrare molteplici truffe, condotta questa che ha indotto il Magistrato di Sorveglianza di Avellino ad aggravare la misura della Libertà Vigilata con la trasformazione della stessa in Casa Lavoro per un periodo di due anni. Successivamente alle formalità di rito espletate in Caserma, il trentenne è stato tradotto nella Casa Circondariale di Avellino per il successivo trasferimento in apposita struttura. La collaborazione delle persone offese è stata fondamentale per l’attività d’indagine espletata dai Carabinieri e coordinata dall’Autorità Giudiziaria, consentendo così di evitare che il predetto portasse a compimento ulteriori truffe.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Dalla libertà vigilata alla casa lavoro: due anni al trentenne autore di centinaia di truffe online”

  1. hei ha detto:

    se ene stato kondannato vuol dire che sentenza è stata pubblicata allora fateci sapere kome si chiamerebbbbe..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *