gioved� 20 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

Ripulita la Basilica Paleocristiana nel centro storico grazie alla Provincia

Pubblicato in data: 12/7/2019 alle ore:07:30 • Categoria: Attualità

Ripulita dalle erbacce la Basilica Paleocristiana di vico San Giovanniello nel centro storico di Atripalda. Dopo l’apertura ieri sera dei giardini di Palazzo Caracciolo, avvenuta grazie all’impegno della Provincia di Avellino con il presidente Domenico Biancardi che ha impegnato nei mesi scorsi una squadra di operai della Comunità Partenio-Vallo di Lauro, ieri è toccato all’area del centro storico di Capo La Torre che conserva i reperti dell’antica Basilica che fa parte dell’Abellinum Paleocristiana, palcoscenico negli anni scorsi anche della Via Crucis organizzata dalla Pro Loco.
Ad annunciare l’inizio e poi la conclusione dell’intervento, effettuato dalla Provincia, è stato il delegato ai lavori Pubblici Salvatore Antonacci, con tanto di foto sulla propria pagina di Facebook: «La Basilica Paleocristiana in tutto il suo splendore. Insieme al delegato Costantino Pesca…Scegliamo Atripalda!» » ribadendo così nel post l’impegno della lista che ha portato l’Amministrazione del sindaco Giuseppe Spagnuolo alla guida di Palazzo di città.  «Grazie agli operai della Provincia – prosegue Antonacci – abbiamo provveduto alla pulizia dell’area della Basilica Paleocristiana nel cuore del centro storico».
L’area ospita una necropoli, con tombe disposte su più livelli di sepolture, e un grandioso edificio a pianta basilicale, riferibile sia per l’impianto che per la tipologia delle strutture murarie ai primi decenni del IV d.C.. Area riportata anni fa a nuova vita grazie all’impegno dell’allora delegato alla Cultura Lello Barbarisi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *