gioved� 20 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

Il Comitato di Quartiere Appia torna ad incalzare l’Amministrazione Spagnuolo: “siamo delusi, problemi lasciati nel dimenticatoio”

Pubblicato in data: 10/9/2019 alle ore:11:30 • Categoria: Attualità

Il Comitato di Quartiere Appia torna ad incalzare l’Amministrazione del sindaco Geppino Spagnuolo sulle problematiche del quartiere. Dalla pulizia delle otto traverse alle buche nelle strade, dalle caditoie ostruite dalle foglie alla mancata riqualificazione del campetto del rione fino alla questione della raccolta dei rifiuti e degli indumenti usati e abbandonati per terra. Sono queste alcune delle questioni ancora aperte sulle quali il comitato presieduto da Adriana Penna si dichiara deluso dall’operato dell’Esecutivo e chiede di intervenire. Problemi che ormai da troppo tempo assillano tutti i residenti. «Avevamo dato all’attuale amministrazione, sin dal loro insediamento, la nostra disponibilità, quali membri del comitato di quartiere, a collaborare con loro per la risoluzione dei tanti problemi presenti e futuri, ma come potete constatare dalle foto che seguono tutte le nostre segnalazioni sono tutte là che aspettano – scrivono nella denuncia comparsa sulla pagina di Facebook del Comitato corredata da diverse foto -. Il quartiere Appia che per tanti anni è stato per Atripalda il fiore all’occhiello, versa nel più completo abbandono, buche nelle strade e sui marciapiedi, cunette completamente ostruite, cumuli di foglie accantonate la dove giocano i bambini,l a struttura sportiva presente nel rione Appia, oggetto di una manifestazione di protesta quattro mesi fa, manifestazione denominata “I senza porte”, completamente abbandonata e pericolosa e speriamo che nessuno si faccia male. Eppure per buttarci fumo negli occhi, dopo la protesta mandarono a prendere le misure un paio di volte».
C’è amarezza tra i membri del Comitato che tengono a precisare: «Non abbiamo mai chiesto la luna solo un pò di attenzione, ma pur avendo nelle fila della maggioranza ben tre residenti del quartiere tutto è andato nel dimenticatoio. Il degrado è sotto gli occhi di tutti, non avremmo mai voluto pubblicare il nostro sfogo che è di tutti i residenti ma siamo stati costretti a farlo. I residenti vengono a sfogarsi con noi e noi non sappiamo più cosa dire» conclude la nota alla quale è stato allegato anche un video denuncia le cui immagini riprendono il degrado che circonda i cassonetti per la raccolta degli indumenti usati con tanto di commento: «Non intervenire su una segnalazione come questa mantenendo questo stato è a dir poco ingiustificabile. Eppure è un luogo pubblico a disposizione di tutti, ma voi andreste a sedervi su una di queste due panchine?Vi invitiamo a guardare il video».
Non manca la foto della campetto rionale abbandonato con la recinzione da anni completamente rotta in tanti punti che rappresenta un pericolo per i ragazzi che giocano a pallone. Si chiedono anche interventi sui marciapiedi per i sampietrini saltati in diversi punti dando vita a vere e proprie voragini pericolose per i pedoni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *