alpadesa
  
Flash news:   Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito”

Accorpamento del mercato del giovedì a parco delle Acacie di Atripalda dopo le feste di Natale: ieri riunione all’Utc. Foto

Pubblicato in data: 7/11/2019 alle ore:09:20 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Riunione al Comune ieri sera per l’accorpamento del mercato del giovedì ad Atripalda. Presso l’Ufficio tecnico comunale di piazzetta Pergola, l’Amministrazione Spagnuolo ha illustrato nei dettagli la nuova planimetria realizzata dal geometra Felice De Cicco per procedere ad unire tutti gli ambulanti nel parco delle Acacie e nell’area antistante al polmone verde  di via Ferrovia, adibita finora a parcheggio, in modo da consentire la riapertura al traffico veicolare di via San Lorenzo che sarà liberata dalle bancarelle e utilizzata lungo i lati per la sosta delle auto degli utenti della fiera. Un accorpamento che slitterà a dopo Natale però, su richiesta degli stessi operatori commerciali. Per la scelta delle nuove piazzole si partirà subito: gli alimentaristi inizieranno a scegliere i nuovi posteggi il prossimo 18 novembre (i primi quindici) e il 20 novembre (i restanti sedici) . Poi si passerà al settore “non food” con quattro appuntamenti: il 25 e 27 novembre e il 2 e 4 dicembre. Infine il 9 dicembre toccherà ai vivaisti e agricoltori scegliere i nuovi spazi all’interno del parco.
Al tavolo oltre a Confersercenti, Asso-Api  e altre sigle sindacali l’assessore al Commercio e Traffico Mirko Musto, quello ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci, il comandante dei Vigili Domenico Giannetta con il vice Sabino Picone, per l’Utc il geometra Felice De Cicco e infine per il settore Commercio Marilù Puopolo.
«Ci rendiamo conto che ci sono stati dei mesi di ritardo ma abbiamo avuto dei problemi grossi da dover affrontare come Amministrazione e Utc  – ha esordito l’assessore Musto -. Gli uffici hanno dovuto lavorare per la sistemazione della piazza e le scuole. Ma comunque siamo andati avanti. La graduatoria definitiva l’abbiamo pubblicata, è ufficiale. La volontà dell’Amministrazione è di ritornare quanto prima, una volta terminati i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato, in piazza e nel centro cittadino. Chiediamo la collaborazione da parte di tutti gli operatori, perché abbiamo necessità di riaprire con il nuovo anno via San Lorenzo, in concomitanza con l’avvio dei lavori di rifacimento del Ponte delle Filande finanziati dalla Provincia».
Un accorpamento che interesserà circa 130 operatori.  Gli alimentaristi (il settore food), 31 operatori in tutto, saranno collocati all’esterno del parco, nell’area parcheggio, mentre nelle piazzole all’interno di parco delle Acacie verrà sistemato il settore “no food”, 84 commercianti. Sempre all’interno del parco anche i 5 vivaisti e i 6 agricoltori. L’Utc in questi mesi lavorerà agli interventi da farsi per ospitare le nuove bancarelle come illustrato dal geometra Felice De Cicco, responsabile del Settore Lavori Pubblici: «nuovi ingressi al parco, attacchi per luce ed acqua per gli alimentaristi con misuratore idrico e di corrente, rifacimento dell’asfalto esterno e  sistemazione delle piazzole esterne».
Il delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci ha chiesto la collaborazione degli esercenti per far funzionare il mercato una volta accorpato: «noi ci metteremo il massimo ma sta anche alla vostra capacità organizzativa sia per l’ingresso che per l’uscita dei mezzi». Il comandante dei vigili ha ribadito tolleranza zero nell’ubicazione delle’attività «ogni banco dovrà essere installato all’interno dello spazio assegnato».
Soddisfatti i rappresentati sindacali. Peppino Innocente, vice presidente di Confesercenti – Associazione imprenditori irpini e portavoce storico dei commercianti su aree pubbliche che frequentano il mercato del giovedì ad Atripalda: «Finalmente ci avviamo nella fase finale di questo aggiustamento del mercato di Atripalda con la graduatoria definitiva approvata dagli operatori su aree pubbliche, la nuova planimetria del mercato illustrata dall’Utc nonché la calendarizzazione della scelta dei posteggi. Apprezziamo l’accelerazione che l’amministrazione ha adottato e su nostra richiesta non toccheremo il periodo festivo di Natale per la realizzazione dell’accorpamento, in modo da non creare disagi agli utenti». Infine per Francesco Simonetti di AssoApi: «siamo d’accordo nel risolvere prima la problematica degli alimentaristi, visto che è lo spostamento più critico perché la scelta dei posteggi dovrà camminare insieme ai lavori che dovranno essere realizzati esternamente al parco delle Acacie».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *