Flash news:   Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano Covid 19, due decessi al Moscati: morta una paziente di 80 anni di Atripalda Lavori di ricostruzione scuola media Masi, l’assessore Labate replica: “da Abc solo falsità” Ad Atripalda è “Baraonda”: l’Amministrazione ha presentato il cartellone degli eventi estivi Il team Eco Evolution Bike in ciclo tour dall’Irpinia alla penisola sorrentina

Autoarticolato bloccato a contrada Alvanite: intervenute due squadre dei Vigili del Fuoco. Foto

Pubblicato in data: 22/4/2021 alle ore:17:53 • Categoria: Cronaca

I Vigili del Fuoco di Avellino, subito dopo le ore 14’30 di oggi 22 aprile, sono intervenuti ad Atripalda in contrada Alvanite, sulla strada provinciale 206, per il recupero di un autoarticolato che trasportava castagne congelate. Le ruote posteriori del pesante automezzo, proveniente dalla Spagna e diretto in una fabbrica di San Michele Di Serino, sono finite nella cunetta rimanendo bloccate. Due le squadre intervenute dalla sede centrale, con altrettante autogru, le quali hanno liberato l’automezzo rimettendolo in carreggiata. Per l’autista, originario della Bielorussia, nessuna conseguenza.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.