domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda Verso le amministrative ad Atripalda, il Comitato Abc candida a sindaco Nunzia Battista: «la città sta degradando, vogliamo dare un’opportunità alle nuove generazioni»

Furti nei garage: processo sospeso con gli imputati che chiedono la messa alla prova con lavori di pubblica utilità

Pubblicato in data: 6/5/2021 alle ore:09:00 • Categoria: Cronaca

È stato sospeso il processo penale a carico di due napoletani residenti a Casalnuovo di Napoli che furono arrestati dopo numerosi furti avvenuti ad Atripalda in garage e cantine avvenuti tra il novembre 2016 e marzo 2019. I due napoletani sono accusati di furto aggravato per aver forzato con violenza le saracinesche di numerosi box di via san Giacomo, via Belli e via Pianodardine per sottrarre utensili, merce alimentare, biciclette e un’automobile. La coppia era ricercata da cinque anni in tutto l’hinterland avellinese per aver commesso altri furti simili in altri garage a Mercogliano, Monteforte Irpino, Aiello del sabato e Cesinali. I colpi si verificavano di notte e la refurtiva veniva occultata all’interno di un furgone per poi essere rivenduta al mercato nero.Gli imputati, per evitare di finire in carcere, hanno chiesto al Giudice del Tribunale Penale di Avellino dott.ssa Cozzino la sospensione del processo per essere ammessi ai lavori di pubblica utilità presso il loro comune di residenza per la durata di anni 3. Una donna di Atripalda, che nel marzo del 2019 fu derubata di una bici e di altri effetti personali presenti nel proprio garage sito a via san Giacomo, si è costituita parte civile nel processo. I suoi difensori di fiducia G. De Vinco e S.Rotondi hanno chiesto al Giudice dott.ssa Cozzino, prima della sospensione del processo, un congruo risarcimento del danno a favore della propria assistita. Il Tribubale ha accolto tale richiesta e i due imputati dovranno fare una offerta  reale alla signora atripaldese entro il 28 ottobre 2021.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *