Flash news:   Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo” L’Us Avellino riparte da Braglia e Di Somma Air, ripristinati da domenica i servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano Emporio Solidale di Atripalda, ieri il taglio del nastro. Don Fabio: “nuova dignità alle famiglie”. Il sindaco: “Doveroso dare risposte alle domande di auto”. FOTO Conferenza Episcopale Italiana: “restano vigenti le disposizioni anti Covid: sospese processioni e festa esterna”

Riaperta la biblioteca e Villa comunale, parla il sindaco dopo le polemiche sugli orari pomeridiani di apertura: “Pronto un piano per migliorare la casa della cultura, l’anfiteatro e l’ex sala consiliare”

Pubblicato in data: 5/6/2021 alle ore:11:03 • Categoria: Attualità

«Stiamo lavorando, con un impegno costante, nel miglioramento e messa in sicurezza delle strutture comunali. Lo facciamo anche con cose meno visibili, arrivando anche ad un aggiornamento da un punto di vista normativo come è capitato anche per la Biblioteca che era utilizzata ma aveva bisogno di un intervento qualificante di manutenzione sull’impiantistica antincendio, rimozione delle infiltrazioni dal tetto ed efficientamento energetico. Erano quindici anni che non si interveniva e l’abbiamo fatto». A parlare è il sindaco Giuseppe Spagnuolo a pochi giorni dall’avvenuta riconsegna alla città della Casa della Cultura “Leopoldo Cassese” di Atripalda.
«Oggi la struttura può essere anche oggetto di richieste di finanziamento per il rinnovo del patrimonio libraio e l’incremento dei fondi gestionali rispetto ai sistemi informatici. Tutto questo richiedeva di aver una biblioteca agibile e perfettamente  a norma. Non lo era più negli ultimi anni è abbiamo fatto uno sforzo per raggiungere ciò sia per la sicurezza degli utenti ma anche per avere i requisiti poter richiedere i finanziamenti per migliorare l’esercizio e l’utilizzo della struttura. Certo l’emergenza Covid ci ha rallentato nella riapertura. Siamo contenttissimi di aver riaperto una biblioteca in condizioni nettamente migliori, almeno dal punto di vista della sicurezza, dell’impiantistica e della godibilità rispetto al passato. E siamo felicissimi che è stata ben accolta la riapertura da chi la utilizza davvero».
“Aperta ma non troppo” però secondo i giovani dell’associazione “Idea Atripalda” per le sole due  aperture pomeridiane previste nella settimana. I giovani che avevano denunciato anche la situazione di sporcizia in cui versa la villa comunale “Don Peppe Diana, che ospita la biblioteca, hanno organizzato per domani una giornata di raccolta rifiuti.
Sulla possibilità di ampliare le aperture pomeridiane della biblioteca il primo cittadino spiega:
«sappiamo che c’è questa necessità. In questo momento abbiamo riaperto con gli orari di funzionalità degli uffici comunali e in base alla disponibilità del personale – chiarisce Giuseppe Spagnuolo -. Stiamo provando a trovare delle condizioni, soprattutto rispetto al personale, per individuare le modalità di apertura di qualche altro pomeriggio. Ci stiamo riflettendo, purtroppo dobbiamo fare i conti anche con una carenza di personale al Comune. Abbiamo un piano di assunzione per la seconda metà dell’anno che avrà riscontri forti se andrà tutto bene».
Resta ancora chiusa l’ex sala consiliare «abbiamo fatto l’intervento di messa in sicurezza e di impiantistica, ma c’è bisogno di un intervento sull’arredo che era un po’ deteriorato. Il Punto Informagiovani è invece allestito e aprirà a giorni visto che stiamo organizzando bene gli orari e la funzionalità». Off-limits anche l’anfiteatro della villa «una delle strutture che abbiamo trovato inservibili e che necessitavano di manutenzione. Anche qui abbiamo trovato i fondi, li abbiamo appostati e abbiamo appaltato i lavori. Ora si attende la fase esecutiva. Anche l’anfiteatro quando sarà riaperto, lo sarà in piena sicurezza sia da un punto di vista impiantistico e della pavimentazione visto i danni che ha avuto nel tempo. Ci impegneremo anche per rimettere a nuovo le facciate esterne della biblioteca liberandole dai graffiti».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *