domenica 19 settembre 2021
Flash news:   L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus» Ruba in un supermercato, i Carabinieri di Atripalda denunciato un 40enne L’assessore Urciuoli: «Eventi culturali nel parco archeologico di Abellinum per valorizzare storia e territorio» Carabiniere libero dal servizio si imbatte in uno spacciatore: denunciato ventenne di Atripalda Al via il nuovo anno scolastico ad Atripalda: per refezione e trasporto confermato l’utilizzo di Telemoney Il Maresciallo Maggiore David Lombardini nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda Stadio Valleverde-Aquino, il comune di Atripalda incassa il contributo di 700 mila euro Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Diciotto anni Demetrio Trasente, auguri dalla famiglia Festeggiamenti in onore del Santo Patrono Sabino, lettera aperta alla Città di Don Fabio Mauriello

Slitta la conclusione dell’intervento di efficientamento energetico alla scuola dell’Infanzia “Pascoli” di Atripalda

Pubblicato in data: 12/8/2021 alle ore:10:38 • Categoria: Attualità

Slitta la conclusione dell’intervento di efficientamento energetico alla scuola dell’Infanzia “Pascoli” di Atripalda. La riconsegna dell’istituto scolastico di contrada Spagnola si sposta al prossimo anno quando l’istituto scolastico sarà di nuovo fruibile.
E’ questo l’esito della nuova determina a firma del Responsabile del II settore Lavori Pubblici di Palazzo di  città, il geometra dell’Utc Felice De Cicco.
Il Comune ha infatti preso atto della richiesta dell’appaltatore di «una proroga del termine di ultimazione dei lavori pari a 56 giorni, fissando il termine ultimo per l’ultimazione dei lavori al 30 ottobre 2021». Alla base della richiesta di proroga le seguenti motivazioni: «il generale rallentamento per l’intervenuta crisi pande mica da COVID19, con le segnalazioni del sopravvenuto rallentamento nella consegna degli approvvigionamenti per cause ascrivibili all’attuale crisi del mercato e alla difficile reperibilità delle materie prime con particolare riferimento ai materiali isolanti, oltre che per la coincidenza con il periodo festivo». Una proroga sulla quale ha espresso parere favorevole il direttore dei lavori.
L’intervento sull’edificio scolastico di via De Curti ha preso il via a metà maggio. Lavori di efficientamento energetico al plesso che fa parte dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” per oltre un milione di euro. Gli alunni delle tre sezioni dell’Infanzia sono stati trasferiti, prima delle fine dell’anno scolastico, presso le aule della “Collodi” di via Nicola Adamo.
Obiettivo dell’Amministrazione era di riconsegnare, salvo imprevisti, l’edificio per l’inizio del nuovo anno scolastico, a settembre. Ma dal cronoprogramma aggiornato dell’intervento, compilato secondo il format e trasmesso poi dal Comune del Sabato al Ministero della Transizione Ecologica che ha finanziato l’opera, si evince che il Comune ha ottenuto «l’autorizzazione alla proroga di sei mesi della durata del progetto».
I lavori, per l’importo complessivo di 1.178.689,40 euro, si concluderanno per fine ottobre prossimo, ma a far slittare la riapertura della scuola al prossimo anno saranno tutte le attività successive quali il collaudo finale e la certificazione energetica delle opere realizzate che dovrà concludersi entro febbraio 2022, e infine il monitoraggio e la promozione dei risultati entro maggio del prossimo anno.
All’edificio si sta realizzando un cappotto termico con gli impianti di riscaldamento a pavimento. Si sta procedendo anche alla sostituzione degli infissi nel rispetto di tutti i canoni moderni per gli asili risolvendo così le problematiche che da anni affliggevano la scuola che presentava ambienti freddi, infiltrazioni di acqua piovana dal tetto e infissi vecchi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *