domenica 23 giugno 2024
Flash news:   Il sindaco Spagnuolo verso Fi, il segretario cittadino Pd Malavena: ”condotta ambivalente” Lesioni colpose ed omessa custodia di animali, tre rinviati a giudizio: 57enne assalito da due pitbull si costituisce parte civile Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci

Lavori di riqualificazione della palestra comunale annessa alla scuola media Masi: l’Amministrazione a caccia di fondi

Pubblicato in data: 2/3/2022 alle ore:16:31 • Categoria: Attualità

Lavori di riqualificazione architettonica, funzionale e messa in sicurezza della palestra scolastica comunale annessa al plesso “Masi” di Atripalda. La giunta guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo, nell’ambito del più vasto progetto di ammodernamento del plesso scolastico di via Pianodardine, che vede già finanziato per cinque milioni di euro l’intervento di demolizione e ricostruzione del blocco aule della scuola secondaria di primo grado, punta sui fondi Pnrr per accedere ad un finanziamento che consenta di programmare anche la riqualificazione della palestra annessa al complesso scolastico. L’obiettivo sono i fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione per la messa in sicurezza e realizzazione di palestre scolastiche, nell’ambito del Pnrr, denominato “Missione 4 – Istruzione e Ricerca – Componente 1 – Potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione: dagli asili nido alle Università – Investimento 1.3: “Piano per le infrastrutture per lo sport nelle scuole”, finanziato dall’Unione europea con Next Generation EU.
Da qui l’ufficio tecnico comunale di piazzetta Pergola ha redatto un documento per procedere alla progettazione della riqualificazione architettonica e funzionale, con possibili interventi di adeguamento sismico della struttura esistente, piuttosto che puntare ad un intervento di demolizione e ricostruzione. Il costo è pari a 980mila euro. Da qui la decisione di procedere alla candidatura a finanziamento per la realizzazione dell’opera.
Costituito presso l’Utc anche l’ufficio di programmazione, progettazione ed esperimento delle attività tecniche: il geometra Felice De Cicco, responsabile del II Settore – Servizio I Lavori Pubblici quale responsabile dell’attività di programmazione della spesa, RUP (Responsabile Unico del Procedimento), l’architetto Giuseppe Cocchi, funzionario presso l’Ufficio Tecnico Comunale, quale funzionario addetto alla redazione del documento preliminare all’avvio della progettazione e al progetto di fattibilità tecnico-economica e alle attività di predisposizione, controllo delle procedure di bando e delle procedure di esecuzione dei contratti pubblici e collaboratore alla direzione dei lavori.
Un finanziamento da centrare che si andrebbe ad aggiungere a quello già ottenuto per il progetto di “adeguamento sismico, efficientamento energetico e incremento dell’attrattività del plesso scolastico Raffaele Masi” finanziato dalla Regione Campania. per un totale di 4.694.575,52 euro.
Un intervento che prevede la demolizione dell’attuale corpo aule e la sua ricostruzione in modo da ottenere un edificio pienamente rispondente ai moderni criteri antisismici e alle attuali richieste in termini di risparmio energetico e di fruibilità degli spazi.
La nuova struttura che si realizzerà nello stesso spazio in cui è ubicato oggi il corpo aule mira ad ottenere un importante miglioramento dal punto di vista della sicurezza e la piena funzionalità dell’edificio in caso di calamità naturali. Il progetto intende garantire il massimo efficientamento energetico mediante la realizzazione di un cappotto termico, l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto e, la realizzazione di impianti tecnologicamente avanzati e l’opportuno orientamento delle pareti finestrate.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *