sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

Atripalda al fianco dell’Ucraina: raccolti medicinali e generi alimentari nel Presidio per la Pace di ieri in piazza Umberto. Foto

Pubblicato in data: 3/3/2022 alle ore:18:12 • Categoria: Attualità
Dopo il precedente presidio per la pace che si è tenuto ad Avellino la settimana scorsa, abbiamo avvertito la necessità di osservare un momento di riflessione anche ad Atripalda, e per questo abbiamo chiesto di aderire a tutte le associazioni atripaldesi e della provincia, ai sindacati, comitati di categoria e alle istituzioni.
In tanti hanno risposto al nostro appello, rendendo la raccolta di ieri sera, di farmaci e altri beni attualmente necessari, davvero proficua, e che con l’aiuto della comunità Ucraina Irpina verrà spedita nei prossimi giorni lì dove necessario.
Siamo davvero grati per la solidarietà che tutta la comunità ha saputo dimostrare.
Gli eventi che stanno coinvolgendo il popolo ucraino in queste settimane hanno del surreale. 
Spesso i nostri occhi preferiscono non guardare, le nostre orecchie preferiscono non ascoltare e siamo troppo abituati a voltarci dall’altro lato.
Ma a volte quello che il mondo ha da raccontarci è così potente che va al di là del nostro volere e a quel punto non si può non agire.
Abbiamo sempre visto la guerra come un qualcosa di lontano da noi, sia temporalmente che geograficamente. Eppure, esiste e continua ininterrottamente, nonostante conduciamo le nostre vite senza questa consapevolezza. 
Siamo giovani e la guerra, concretamente parlando, è sempre stata lontana dal nostro immaginario quotidiano. Tuttavia, non siamo indifferenti di fronte alle parole di sofferenza, dolore, angoscia che coinvolgono e hanno coinvolto chi abbiamo avuto il privilegio di ascoltare in questi anni di costante impegno.
Pertanto, non cadiamo nella banalità dell’errore a cui si presta la distinzione tra profughi di serie A e profughi di serie B. 
Non cadiamo nelle discriminazioni e nei pregiudizi in generale, ma tuteliamo il diritto alla vita, alla dignità, alla libertà. Che è di tutti e va da tutti riconosciuto e rispettato.
Noemi Gaita
Idea Atripalda
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.