Flash news:   Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia Tentano di rubare in un negozio di Atripalda, denunciate due ventenni straniere per furto aggravato 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione

Morte sul lavoro a Cesena, Atripalda in lutto: “dolore per Giuseppe”. Il sindaco: «vicini alla famiglia, fare di più per la sicurezza»

Pubblicato in data: 18/4/2022 alle ore:15:47 • Categoria: Cronaca

«Con grande dispiacere abbiamo appreso la tragica notizia che ha coinvolto la nostra città e comunità».
Dolore e lacrime alla vigilia di Pasqua nella cittadina del Sabato per la tragica morte dell’autotrasportatore atripaldese Giuseppe Venezia deceduto a Cesena nella mattinata del Venerdì Santo mentre stava scaricando del materiale da un camion, alcuni bidoni per la raccolta dei rifiuti. Una città che si è stretta intorno alla famiglia Venezia. Il lavoratore di 59 anni è stato travolto dal carico sbattendo violentemente la testa a terra. Una squadra del distaccamento dei Vigili del fuoco di Cesena si è precipitata sul posto con l’ambulanza del 118. L’uomo è stato trasportato d’urgenza in ospedale, ma purtroppo è deceduto pochi minuti dopo la disperata corsa. Ora sarà un’inchiesta a stabilire l’esatta dinamica dell’incidente sul lavoro. Ad indagare è la Polizia di Stato. La vittima lavorava per una ditta di autotrasporto di Montefredane.
A portare il cordoglio il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «Sapere che un nostro concittadino è morto in condizioni così tragiche è sempre un dolore per tutti – prosegue la fascia tricolore – e soprattutto quando succede sul lavoro tali circostanze lo rendono ancora più doloroso. Esprimo alla famiglia a nome di tuta la città sentite condoglianze».
Il primo cittadino poi sottolinea l’importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro visto che in un solo giorno in Italia si sono registrate ben quattro operai hanno perso la vita sul lavoro E conclude: «queste circostanze ci fanno anche capire che bisogna sempre spingere sulla materia della sicurezza dei lavoratori perché proprio in queste circostanze diventa tutto più difficile e complicato da accettare da parte di tutti».
Lacrime, dolore e tanta commozione anche sui social. Nella pagina di Facebook “Sei di Atripalda se” il presidente della Pro loco Atripaldese Lello Labate scrive: «un abbraccio alla famiglia Venezia per la sfortunata perdita mentre lavorava del caro Giuseppe». Tantissimi i post di commento e cordoglio.
Addolorato anche l’assessore al Commercio e Attività produttive della città, Mirko Musto: «sono vicino alla famiglia Venezia per la grave perdita. Una tragedia sul lavoro che ci deve far riflettere. Esprimo la più sentite condoglianze ai familiari».
L’incidente sul lavoro è accaduto nella sede Hera a Pievesestina di Cesena. Giuseppe Venezia, dipendente della ditta di autotrasporto “Ba.Co Trans” con sede ad Arcella di Montefredane, secondo quanto ricostruito dalla Polizia, era da poco giunto alla destinazione e, poco dopo le 11 di venerdì mattina, stava per scaricare dal mezzo dei grossi bidoni per la raccolta dei rifiuti quando, per cause ancora da chiarire, è stato improvvisamente travolto da alcuni di questi. Professionista d’esperienza era da poco giunto presso l’impianto di compostaggio dell’Emilia Romagna per effettuare lo scarico dei bidoni. Ha parcheggiato il tir nello spiazzale antistante lo stabilimento e quando ha aperto lo sportello posteriore del mezzo è stato travolto dai cassonetti. I pesanti contenitori lo hanno investito in pieno. L’urto lo ha schiacciato a terra, ha battuto violentemente il capo sull’asfalto e perso conoscenza. Scattato l’allarme, sul posto sono accorsi vigili del fuoco, sanitari del 118 e le forze dell’ordine. L’uomo è stato immediatamente trasportato al trauma center dell’ospedale Bufalini, ma la morte è sopraggiunta durante la corsa verso la struttura sanitaria, a causa del devastante trauma cranico subito.
Ora sarà l’indagine condotta dalla Procura di Cesena a chiarire la dinamica dell’accaduto anche con l’esame autoptico. I contenitori potrebbero essersi staccati dai ganci durante il viaggio.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.