domenica 03 marzo 2024
Flash news:   Migliorare la sicurezza stradale e riqualificare arterie urbane: protocollo d’intesa tra i comuni di Aiello del Sabato, Atripalda, Contrada e Mercogliano Al centro culturale Fortapàsc il professore Giovanni De Feo presenta il suo nuovo libro “Tuttù-cià” Si presenta il progetto “Circoli Rifugio – Più Corridoi per la Libertà” Oggi presentazione del volume di Lucio Fiore Il sindaco replica così alle accuse dell’opposizione: «Risponderò ai cittadini con i fatti» Quadro dell’Annunciazione, il delegato Barbarisi: «lo riporteremo a casa» Avellino-Catania, al via la prevendita per la gara di mercoledì 6 marzo L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time”

Parcheggio pubblico di via Gramsci e piazzetta Padre Pio, pronto ad aprire il cantiere

Pubblicato in data: 5/5/2022 alle ore:09:50 • Categoria: Attualità

Apre il cantiere di riqualificare di piazzetta Padre Pio e dell’adiacente parcheggio pubblico di via Gramsci da aprte dell’impresa “Maccario Melchiorre snc”  per un importo totale di 217.687,59 euro. «Un intervento di messa in sicurezza non solo del parcheggio ma anche dell’attigua piazzetta pedonale chiusa da tempo perché deterioratasi nel tempo – spiega il sindaco Giuseppe Spagnuolo -. Un intervento finanziato e contrattualizzato. Le problematiche riguardano il parcheggio soprastante che crea infiltrazioni ai garage sottostanti e mettere in sicurezza anche la parte pedonale».
I fondi sono stati stanziati dalla Giunta comunale guidata del sindaco Giuseppe Spagnuolo che nei mesi scorsi ha approvato anche il progetto definitivo ed esecutivo dell’intervento. Un intervento finanziato per l’intero importo con fondi di bilancio comunale già accantonati.
Infatti con Delibera di giunta comunale avente ad oggetto la “destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni del vigente codice della strada” l’Amministrazione aveva assegnato la somma di 200mila euro per finanziare l’intervento.
Già nel marzo del 2019 l’esecutivo comunale aveva approvato il documento di fattibilità delle alternative progettuali per l’intervento di rifacimento del parcheggio pubblico di via Gramsci e via Tiratore «che presenta una pavimentazione in più punti deteriorata ed in altri addirittura mancante che causa infiltrazioni d’acqua piovana nei box garage di proprietà privata».
Presso l’Ufficio tecnico comunale di piazzetta Pergola era stato costituito anche l’ufficio di progettazione, direzione dei lavori ed esperimento delle attività tecniche.
Un intervento annunciato da tempo dal delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci e dal primo cittadino anche in Consiglio comunale. Lo stato di manutenzione del parcheggio pubblico e dello slargo adiacente era finito più volte nei mesi scorsi al centro di denunce e proteste da parte di cittadini attraverso anche i social.
Piazzetta Padre Pio è infatti ancora off-limts ai pedoni tra abbandono e degrado. Ubicata, alle spalle di via Gramsci, risulta transennata da anni in una parte dell’area di sosta perché presenta la pavimentazione saltata in più punti. Un pericolo per l’incolumità pubblica e degli automobilisti che utilizzano lo slargo in gran parte per la sosta delle auto. Da qui la scelta di transennarlo per limitare il transito nella parte più adiacente proprio alla statua del Santo di Pietralcina.
Resta ancora chiusa anche la gradinata di accesso alla piazzetta. E i cittadini più volte sui social avevano richiesto all’Amministrazione di intervenire urgentemente.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *