Flash news:   Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia

Periferie, cittadinanza attiva e resilienza: Acli Avellino in campo con  le “Piazze del Popolo” sabato 21 conferenza stampa presso la Chiesa di San Pio di contrada Alvanite ad Atripalda

Pubblicato in data: 18/5/2022 alle ore:10:19 • Categoria: Attualità

Diritti, luoghi, opportunità, percorsi per una comunità resiliente. È quanto intende costruire il progetto nazionale delle Acli Aps denominato “Piazze del Popolo” diffuso in 18 regioni d’Italia e cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (art. 72 del Codice del Terzo settore, dl 117/ 2017).

Le Acli Avellino Aps, in partenariato con CTA e NeXt, e con la collaborazione e il co-finanziamento del Patronato Acli, riportano l’attenzione sulle periferie e sulla loro resilienza. Grazie a questo progetto, infatti, sarà possibile reinterpretare, alla luce di quanto accaduto negli ultimi mesi condizionati dall’emergenza da Covid-19, gli obiettivi per aiutare le comunità a leggere i propri bisogni, a sviluppare interventi migliorativi del contesto locale e trovare, nei cittadini stessi, la chiave per sviluppare e far crescere il tessuto socio-produttivo e le comunità locali grazie a laboratori formativi e ad altre azioni di comunità organizzate per avere continuità temporale. 

Luogo d’intervento è il rione Alvanite di Atripalda. A presentare il progetto agli organi di stampa, oltre che a cittadinanza e istituzioni, è in programma una conferenza stampaper sabato 21 maggio alle 10.00 presso la Chiesa di San Pio ad Alvanite, in via Madre Teresa di Calcutta.

Ad intervenire il presidente delle Acli Avellino Alfredo Cucciniello, la responsabile della progettazione Acli Mariangela Perito, l’animatore di comunità del progetto Andrea Famiglietti e il parroco di Sant’Ippolisto Martire di Atripalda Don Fabio Mauriello

Il progetto si basa sulla promozione dell’esercizio della democrazia e della partecipazione degli abitanti delle periferie, indirizzando gli interventi su problemi del vivere quotidiano e utilizzando metodologie partecipative inclusive e non convenzionali, che vedono i cittadini protagonisti e consapevoli del ruolo e della capacità di azione che possono avere nell’individuare e attuare soluzioni concrete.

In questo processo, il partenariato intende:

1. promuovere una cittadinanza attiva attraverso una campagna di sensibilizzazione che trovi ricaduta concreta nelle azioni progettuali;

2. accompagnare e sostenere la popolazione locale nell’analisi delle maggiori criticità del proprio contesto;

3. individuare e coinvolgere gli attori significativi che operano nel territorio per costruire una rete capace di supportare i processi di cambiamento;

4. mettere a disposizione i Circoli ACLI come luoghi di incontro e di scambio della cittadinanza locale e valorizzare gli spazi pubblici come contesti vivibili, di partecipazione e inclusione sociale;

5. promuovere un percorso progressivo di occasioni di ascolto e di co-progettazione per concertare soluzioni e interventi concreti volti a migliorare il contesto territoriale;

6. sostenere la realizzazione concreta di almeno una sperimentazione di un’iniziativa co-progettata in ciascun territorio, favorendo anche la nascita di nuove attività imprenditoriali, capaci di generare occupazione e rivitalizzare il territorio stesso.

Il progetto, sulla scorta del piano nazionale attuato dalle Acli, potrà essere sostenuto dai cittadini interessati dall’iniziativa tramite una campagna di crowdfunding sulla piattaforma online Produzioni dal Basso. 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.