Flash news:   Torna l’iniziativa “Estate in ludoteca”, voucher per 30 bambini: domande entro il 19 agosto Clima velenoso in città, la replica di Nunzia Battista (Abc): «amministrazione senza idee e progetti sulle cose importanti e urgenti da fare» Covid 19, doppio decesso al Moscati: anche una paziente di 78 anni di Atripalda Clima velenoso in città, il sindaco replica duramente all’opposizione: «I toni della maggioranza sono bassissimi, lavoriamo nell’interesse di Atripalda» Opposizione all’attacco della maggioranza: “stop ai veleni post voto” Aree giochi per bambini, conclusi i lavori del primo lotto. Il sindaco: “mi appello al senso civico di tutti” L’Alienazione dell’ex sede Asl di via Tiratore riaccende lo scontro politico in città. Renzulli (Abc): «è il fallimento di chi ci ha governato» L’Inail mette in vendita l’ex sede Asl di via Tiratore: asta il 5 ottobre al prezzo di 2 milioni e mezzo Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum

Atripalda smart city, piovono già le prime critiche al progetto dell’Amministrazione

Pubblicato in data: 20/7/2022 alle ore:15:55 • Categoria: Attualità

«In fase di campagna elettorale più volte abbiamo chiesto una serie di dibattiti su alcuni temi come quelli della digitalizzazione ma senza successo, addirittura non si conoscevano competenze e candidati – scrive Oscar Lui, attivista di “Atripalda Bene Comune” che solleva molti dubbi -. Noto con piacere che l’amministrazione ha deciso di “scimmiottare” uno dei progetti di Abc, ossia quello del wi-fi di cittadinanza. Partiamo dal presupposto che questo progetto, sebbene sembri altisonante nelle modalità in cui è stato annunciato, non dica poi molto. Non si capisce se Atripalda avrà finalmente delle aree WiFi gratuite, come accade in tantissime città da circa 10 anni almeno o delle antenne di quartiere per fornire hotspot gratuito a tutti, a pioggia. A meno che, terza strada, non si voglia rendere coperte le aree per progetti di smart city e a questo punto vengono tagliati fuori i cittadini. Insomma ogni giorno, al sorgere del sole, ad Atripalda, un amministratore si sveglia e sa che dovrà attivare qualcosa. Non mi esprimo ancora sulla bontà tecnica del progetto, per quello aspetto di vedere le caratteristiche tecniche come la capacità delle antenne, il protocollo di sicurezza usato e il sistema di monitoraggio delle attività fraudolente. Sicuramente il consigliere sa già rispondere a tutto questo. A meno che non abbia comprato a scatola chiusa».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.