domenica 14 aprile 2024
Flash news:   L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti La Scandone espugna Barcellona Pozzo di Gotto L’atripaldese Tonia Romano stasera in Honduras con L’Isola dei Famosi Al via i saggi archeologici a rampa San Pasquale in vista della messa in sicurezza del costone Il cardinale Ernest Simoni ad Atripalda per la conclusione del Giubileo straordinario dedicato al martirio di Sant’Ippolisto Turris–Avellino: da oggi il via alla prevendita

Abellinum, in Comune l’Università di Salerno e la Soprintendenza hanno presentato i risultati degli scavi. Foto

Pubblicato in data: 24/9/2022 alle ore:13:09 • Categoria: Attualità

«Abbiamo rinnovato, ma modificandola e migliorandola notevolmente, la convenzione». Un parco archeologico innovativo che torni ad essere vivo. E’ questo il senso del convegno dal titolo “Abellinum. La città riscoperta “, nato due anni fa attraverso la sottoscrizione di una convenzione tra la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino-MiBAC, il Comune di Atripalda e il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DiSPaC dell’Università degli Studi di Salerno.
In mattinata c’+ stato un Open Day nel parco archeologico. Un piano per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dell’antica domus romana che vede un lavoro di archivio e bibliografico, le ricognizioni archeologiche e geo-morfologiche e nuove campagne di scavo.
Ad introdurre i lavori, nella Sala Consiliare, il sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo: «Sin  dalle linee programmatiche abbiamo focalizzato la nostra attenzione sulla valorizzazione del nostro patrimonio storico. Valorizzare il parco significa creare turismo di cui ne beneficerà il commercio. Già dal prossimo bilancio stanzieremo maggiori fondi sulla cultura e sulla valorizzazione del nostro parco. Una scelta coraggiosa perché è un’impresa difficile a lungo termine. Punteremo anche a riportare alla luce la Tomba a Camera».
Tra gli interventi quella della Soprintendente, l’architetto Raffaella Bonaudo e del delegato al parco Lello Barbarisi che ha moderato l’incontro. Il professore Alfonso Santoriello, docente di Archeologia dei Paesaggi (Unisa), ha illustrato ai presenti una serie di studi e diapositive sul parco e gli interventi di scavo realizzati: «Quando parliamo dell’area archeologica penso ad un polmone verde della comunità dove si possano vivere tutti gli aspetti». Il professore Luca Cerchiai, Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Unisa: «Abellinum ha due punti forti, è un luogo pubblico, perciò deve essere accessibile, non è limitato ad essere un prototipo di ricerca, ma una vera e propria istituzione a cui possono partecipare tutti. E poi l’altro elemento importante è che il segreto del Parco Archeologico è la sua permanenza, quindi la gestione sia archeologica, paesistica, ambientale e della comunità».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *