sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

Riaperta la scuola dell’Infanzia “Pascoli”: tornano nelle aule colorate i piccoli alunni. Foto

Pubblicato in data: 18/10/2022 alle ore:13:21 • Categoria: Attualità

Tornano tra i banchi e a giocare nelle aule colorate i piccoli alunni delle due sezioni della scuola dell’Infanzia “Pascoli” di Atripalda. Ad un anno e mezzo dalla chiusura per lavori di ristrutturazione ed efficientamento energetico, ieri mattina i bambini con grembiuli e zainetti, accompagnati dai genitori, hanno varcato il cancello d’ingresso del plesso scolastico di via De Curtis che fa parte dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi”. Ad accoglierli l’Amministrazione, la dirigente scolastica, le maestre e uno striscione di “Benvenuti” voluto dall’Assessorato all’Istruzione e tanti palloncini blu.
A tagliare il simbolico nastro il sindaco Paolo Spagnuolo, l’assessore alla Pubblica Istruzione Lello Labate e la dirigente scolastica Antonella Ambrosone. Poi la benedizione del parroco della chiesa del Carmine don Ranieri Picone. Presente all’inaugurazione anche l’ex sindaco Geppino Spagnuolo, che ha ottenuto i finanziamenti per aprire il cantiere e avviato l’intervento, e i consiglieri comunali Maria Fasano, Anna Nazzaro e Mirko Musto.
«Questo plesso – dichiara il sindaco Paolo Spagnuolo – rappresenta una struttura all’avanguardia, dotata di tante novità. I bambini, aggiungerei finalmente, potranno quindi proseguire il loro percorso in un ambiente adeguato ed idoneo ad ogni esigenza scolastica».
L’intervento, per l’importo complessivo di 1.178.689,40 euro, è stato effettuato con fondi incassati dalla precedente amministrazione. All’immobile è stato realizzato un cappotto termico con impianti di riscaldamento a pavimento. Si è proceduti anche alla sostituzione degli infissi nel rispetto di tutti i canoni moderni per gli asili risolvendo le problematiche che da anni affliggevano la scuola che presentava ambienti freddi, infiltrazioni di acqua piovana dal tetto e infissi vecchi. La scuola, ritinteggiata con un colore giallo, presenta così con un look più accattivante.
Gli alunni delle due sezioni dell’Infanzia in questi anni sono stati trasferiti presso le aule della “Collodi” di via Nicola Adamo.
E ieri mattina, dopo rinvii, l’edificio scolastico dell’ex contrada Spagnola ha aperto le porte ed è divenuto di nuovo fruibile per i piccoli studenti.
«Vedere i sorrisi dei genitori e dei bambini nel fare ritorno in questa scuola è stata una gioia impagabile – aggiunge l’assessore all’Istruzione Lello Labate –. Ringrazio tutti per la pazienza. Gli investimenti nella pubblica istruzione continueranno perché siamo convinti che sia uno dei modi per assicurare alla nostra città un futuro».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.