sabato 24 febbraio 2024
Flash news:   L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto Chiuso fino al 6 marzo l’ufficio postale centrale di Atripalda Assemblea del Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity Dramma sul lavoro alla Stellantis di Pratola Serra: morto operaio di 52 anni di Acerra Scandone, parte la Play-In Gold Debutto stagionale domenica per i ciclisti del team Eco Evolution Bike Avellino: dopo la vittoria nel derby trasferta contro il Monterosi Luigi De Magistris e Omar Suleiman a “Fortapàsc” per parlare di pace Riapre stasera dopo tre mesi “Jack Old Pub” nel ricordo di Giuseppe Nazzaro

Catalogazione informatica e un progetto da 150mila euro per rilanciare la Biblioteca comunale “Leopoldo Cassese”

Pubblicato in data: 24/10/2022 alle ore:18:49 • Categoria: Attualità

Catalogazione informatica e un progetto con associazioni in rete da 150mila euro per rilanciare la Biblioteca comunale “Leopoldo Cassese”.
E’ stata affidata la catalogazione informatizzata di un lotto di 450 volumi. La catalogazione avverrà secondo i nuovi standard Sbn-Web. Il delegato alla Cultura Lello Barbarisi spiega: «Per la nostra amministrazione la biblioteca rappresenta un patrimonio da tutelare e valorizzare. Era importante ripartire con la catalogazione dei volumi essendo intervenuto un nuovo sistema di ricerca e difatti questo affidamento rappresenta solo un primo step. Ma anche gli altri saranno gli investimenti futuri. Questo è un primo passo destinato alla catalogazione dei volumi secondo il nuovo sistema regionale e si proseguirà lungo questa strada ottenendo finanziamenti. Quello che si dovrà fare è di dotare i locali di climatizzazione».
La giunta Spagnuolo ha deliberato di partecipare all’avviso pubblico “Giovani in biblioteca” del Dipartimento delle Politiche Giovanili e Servizio civile Universale per la realizzazione di azioni volte a favorire e sostenere la creazione di spazi di aggregazione destinati ai giovani, nei quali promuovere attività ludico ricreative, sociali, educative, culturali e formative. Da qui la proposta progettuale “R.A.M. – Reti Attive di Memoria” il cui importo totale è di 151.206,48 euro di cui 120mila come quota di finanziamento richiesta al Dipartimento e  31.206,48 euro, pari al 20,63832% dell’importo totale del progetto, mediante risorse umane già in servizio presso l’Ente. La rete del costituendo partenariato si compone oltre del Comune quale capofila, del liceo statale “V. De Caprariis” e del Forum dei Giovani quali partner istituzionali e delle associazioni “Laika” e “CambiaMenti” quali partner del privato sociale.
La Casa della Cultura è ubicata nella villa comunale di piazza Sparavigna intitolata a “Don Peppe Diana”. Nella biblioteca è attivo anche lo sportello Informagiovani, che prima era ubicato nella Dogana dei Grani, la cui gestione è affida alla Misericordia locale.
L’edificio due anni fa è stato interessato da un importante intervento di manutenzione sull’impiantistica antincendio, rimozione delle infiltrazioni dal tetto ed efficientamento energetico per circa 90mila euro voluto dalla precedente amministrazione. L’intervento si è concentrato sulla realizzazione dell’impianto antincendio e un’ulteriore messa in sicurezza del tetto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *