sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

Finanziamento da 700mila euro per riqualificare lo stadio Valleverde: sottoscritto l’accordo con il Dipartimento dello Sport

Pubblicato in data: 1/11/2022 alle ore:13:40 • Categoria: Attualità

Il sindaco Paolo Spagnuolo ha sottoscritto l’accordo con il Dipartimento dello Sport per il trasferimento del finanziamento da 700mila euro che servirà per riqualificare lo stadio comunale “Valleverde”.
Fondi incassati dalla precedente amministrazione guidata da Geppino Spagnuolo che consentiranno di ammodernare l’impianto sportivo di contrada Valleverde ottenuti con la partecipazione al bando “Sport e Periferie 2020” promosso dal Dipartimento allo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Lo stadio, sempre utilizzato in passato con limitazioni nella capienza degli spettatori, è offlimits da anni. L’arrivo di questo finanziamento consentirà di dare vita ad un importante intervento di riqualificazione e di ammodernamento della struttura sportiva. L’intervento programmato prevede infatti il rifacimento del tappeto in erba sintetica con un particolare sistema di drenaggio così come previsto dalle normative vigenti che consentirà un tranquillo svolgimento dei vari campionati disputati dalle società sportive che utilizzano la struttura. Ci sarà, inoltre, un efficientamento energetico degli spogliatoi con una manutenzione complessiva della struttura, la realizzazione di opere di isolamento termico delle facciate e di installazione di impianti solari per ottenere un abbattimento consistente dei consumi energetici. Inoltre è prevista un’azione di riqualificazione dei percorsi di accesso e di uscita all’impianto sportivo per una fruizione da parte del pubblico più accessibile.
Entro la fine dell’anno bisognerà predisporre il bando di gara ed affidare i lavori che hanno già incassato il parere favorevole del Comitato regionale del Coni.
Il responsabile del II Settore Lavori Pubblici di Palazzo di città, geometra dell’Utc Felice De Cicco, ha presentato istanza per il rilascio del parere preventivo relativamente all’esame del progetto alla LND Servizi Srl (Lega Nazionale Dilettanti).
Si lavora per chiudere il cantiere entro l’estate 2023 per poter utilizzare il campo da gioco finalmente ammodernato già da settembre del prossimo anno.
Il nuovo Valleverde darà senza dubbio nuovo slancio e nuova vitalità alle tante società sportive atripaldesi.
Più volte in passato proprio l’attuale sindaco, dai banchi dell’opposizione, aveva denunciato lo stato di abbandono della struttura sportiva sulla quale l’ex sindaco Giuseppe Spagnuolo al culmine di un lungo iter durato due anni, con un progetto esecutivo da 700mila euro ha ottenuto il 12 aprile scorso il finanziamento dal Ministero. Un intervento che prevede appunto la realizzazione di un campo da gioco con erba sintetica, nuovi spogliatoi e nuovi accesi allo stadio comunale.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.