sabato 04 febbraio 2023
Flash news:   Wifi gratuito all’interno della villa comunale “Don Giuseppe Diana e del Municipio Misericordia di Atripalda, oltre ventimila euro dal cinque per mille Spaventoso incidente stradale all’alba lungo la Variante Giulio Regeni, oggi Laika inaugura la “panchina gialla” dei diritti umani ad Atripalda Ciclismo, rinnovo di sponsorizzazione per il team Eco Evolution Bike Aore il cantiere per la demolizione e ricostruzione della scuola media Masi Ciclismo, il team Eco Evolution Bike si arricchisce di un nuovo partner L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi Poste Italiane presenta il progetto Polis: nella capitale anche il sindaco di Atripalda Dogana dei Grani, al via nuovi lavori di messa in sicurezza delle facciate

Trasloco scuola media Masi nell’ex Centro Pmi: ieri mattina ultimo sopralluogo congiunto tra amministrazione, dirigenza e tecnici prima della riapertura agli alunni del 16 gennaio. Foto

Pubblicato in data: 11/1/2023 alle ore:15:32 • Categoria: Attualità

Ultimo sopralluogo congiunto ieri mattina prima della consegna delle nuove aule alla dirigente scolastica dell’istituto comprensivo ”De Amicis-Masi”.

Il sindaco Paolo Spagnuolo con il vice Mimmo Landi, l’assessore all’Istruzione Lello Labate, il capogruppo consiliare Andrea Montuori e l’assessore Antonio Guancia, ha effettuato con la dirigente scolastica dell’istituto Antonella Ambrosone, l’ingegnere Antonello Rotondi, i tecnici dell’Utc, gli architetti e ingegneri delle ditte incaricate, una visita all’ex struttura comunale di via San Lorenzo, per visionare lo stato dei lavori prima della ripresa delle lezioni per gli alunni della media “Masi”, fissata per lunedì 16 gennaio.
«Un sopralluogo interlocutorio prima della riapertura fissata per il sedici gennaio e il secondo che facciamo con la dirigente scolastica e i tecnici – illustra il sindaco Paolo Spagnuolo -. Abbiamo verificato che i lavori proseguono secondo il cronoprogramma per cui il termine della riapertura del sedici sarà ampiamente rispettato. Domani anche la documentazione amministrativa relativa a questa sede sarà completata. Questa mattina era presente anche l’ingegnere Limone che a livello acustico ha effettuato tutti i rilievi del caso ottemperando a quella che era stata la sollecitazione dell’Asl nel suo parare favorevole». Verificate anche altre questioni «la presenza del supermercato al piano terra e della Variante 7bis non destano alcun problema sia per quanto riguarda gli odori che i rumori. Ricordo che la recedente sede della Masi era proprio a ridosso della variante e la questione non l’abbiamo mai potuta sollevare perché quella era la sede storica. Perciò anche sotto questo profilo siamo molto sereni e tranquilli e siamo pronti per questo taglio del nastro. Speriamo, al di là delle legittime anche se minime perplessità sollevate da qualche genitore, che lunedì ci convinceremo tutti che si tratta della migliore soluzione, quella più funzionale e daremo ai ragazzi una scuola sicura». Gli alunni lunedì mattina troveranno una scuola nuova assicura poi la fascia tricolore «perché questa è una struttura che nasce come scuola. Avranno la stessa sensazione che proveranno tra tre anni, per chi di loro ci sarà, quando si troveranno ad entrare nella nuova sede della Masi».
Previsto un percorso protetto e in sicurezza per l’accesso degli alunni alla scuola: «Stiamo effettuando delle verifiche all’entrata e all’uscita dal plesso. Il parcheggio è ampio e dà possibilità all’utenza, non solo del supermercato ma anche della scuola, di parcheggiare. Alle nostre spalle ci sarà invece l’ingresso per il parcheggio riservato al personale docente e Ata. Sarà una seconda area di sosta che non andrà a gravare sul parcheggio antistante l’ingresso della scuola destinato agli utenti. Qui c’è anche grande disponibilità di parcheggio per lo scuolabus che arriverà. Quindi sinceramente è la soluzione, che giorno dopo giorno, vedendo anche l’andamento dei lavori, ci sta soddisfacendo sempre di più».
Una nuova scuola media pronta ad ospitare l’Open Day di fine mese in occasione della chiusura delle iscrizioni «questa è una priorità che lasciamo alla scuola – conclude l’assessore all’istruzione Lello Labate -. Noi oggi ci siamo preoccupati, come diceva il sindaco, di dare una sede degna all’istituto Raffaele Masi di Atripalda. Contestualmente inizieremo e continueremo tutte le attività propedeutiche all’apertura del cantiere per la demolizione e la ricostruzione della nuova scuola media. Per chi non lo sapesse il cantiere è iniziato lo scorso 27 novembre. Fondamentalmente continueremo nella Scia per dare subito il via ai lavori, vigilando, come abbiamo sempre fatto tutti i giorni, sull’operato della ditta incaricata della ricostruzione per dare una sede degna e innovativa che sarà quella della nuova Masi di Atripalda».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.