domenica 23 giugno 2024
Flash news:   Il sindaco Spagnuolo verso Fi, il segretario cittadino Pd Malavena: ”condotta ambivalente” Lesioni colpose ed omessa custodia di animali, tre rinviati a giudizio: 57enne assalito da due pitbull si costituisce parte civile Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci

Ponticello sul Salzola aperto alle macchine: al via la fase sperimentale. Foto

Pubblicato in data: 16/1/2023 alle ore:14:11 • Categoria: Attualità

Iniziata la sperimentazione dell’apertura alle auto del ponticello che collega via Santi Sabino e Romolo con Piazza Giovanni XXIII. Rimossi i paletti e sistemati i New Jersey tra la nuova segnaletica, ha preso così il via il test di verifica della viabilità veicolare e pedonale con il senso unico di marcia che prevede l’entrata da via Santi Sabino e Romolo con il passaggio sul ponticello sul Salzola e lo sbocco su piazza Giovanni XXIII.

«Una sperimentazione iniziata nel weekend quando c’è un afflusso abbastanza notevole ma lo sarà di certo durante la settimana con l’apertura dell’ufficio postale – illustra il sindaco Paolo Spagnuolo dopo un sopralluogo con tecnici e comandante dei vigili -. Preferiamo che questa fase di sperimentazione duri qualche settimana. Perciò abbiamo voluto creare una simulazione vera e propria con la segnaletica orizzontale e verticale». Durante la fase di sperimentazione saranno analizzati i punti di forza e le eventuali criticità emergenti: «Una soluzione che contempla gli interessi dei residenti, come delle attività commerciali esistenti e di quelle che potranno nascere perché lì ci sono ancora dei locali inutilizzati». L’ingresso auto lasciato alla piazza dinanzi al Tabacchi «dà la possibilità ai residenti di accedere ai propri garage oppure al parcheggio esistente al centro della piazza, utile anche alle attività commerciali. Sarebbe infatti stato un controsenso aprire una strada per distribuire meglio i flussi veicolari e poi costringere i residenti a fare il giro percorrendo via Cammarota per accedere da via Santi Sabino e Romolo».

Dopo la fase sperimentale si procederà al ripristino del manto stradale e alla riqualificazione dello spazio urbano di piazza Papa Giovanni XXIII: «Ci rendiamo conto che i residenti oggi avranno un flusso di auto maggiore rispetto al passato. Per venire incontro alle loro esigenze abbiamo deciso di abbellire la zona eliminando quella ringhiera prospicente su via Circumvallazione, arrugginita e orribile. Qui sarà creato un marciapiede verso gli alberi in modo da evitare alle auto su via Circumvallazione di parcheggiare tra gli alberi ma anche di aumentare la visibilità della strada per chi si immette sulla rotatoria in uscita dal parcheggio. La zona sarà abbellita con fioriere e ci sembra che è la giusta ricompensa per un sacrificio che i residenti saranno chiamati a fare. Inoltre conclusa la fase di sperimentazione ci sarà un nuovo asfalto e creeremo degli accorgimenti per la canalizzazione delle acque piovane che creano problemi in quella piazza con pantani. Credo che valga la pena aver stravolto un po’ la viabilità. Mi rendo conto che è un fatto storico, che abbiamo cambiato un po’ le abitudini di tutti, non solo dei residenti, ma è un intervento direi necessario soprattutto con l’utenza dell’ufficio postale, sede centrale, dove si creavano dei problemi per chi in auto doveva ritornare indietro per reimmettersi sul ponte».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *