domenica 23 giugno 2024
Flash news:   Il sindaco Spagnuolo verso Fi, il segretario cittadino Pd Malavena: ”condotta ambivalente” Lesioni colpose ed omessa custodia di animali, tre rinviati a giudizio: 57enne assalito da due pitbull si costituisce parte civile Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci

Cambia la sosta a pagamento, la Giunta Spagnuolo approva la delibera: abolito il primo quarto d’ora gratuito e la tariffa aumenta ad un euro

Pubblicato in data: 13/2/2023 alle ore:15:59 • Categoria: Attualità

Aumenti in arrivo e cambi in vista per la sosta a pagamento in città. Una rimodulazione che comporterà l’abolizione il primo quarto d’ora gratuito concesso agli automobilisti e la tariffa passerà dagli attuali 50 centesimi ad un euro per ora di sosta. A deciderlo la Giunta del sindaco Paolo Spagnuolo che ha approvato una delibera che apporta delle modifiche per la sosta delle auto nelle strisce blu in centro. Cambi che prenderanno il via entro fine mese, solo dopo l’ordinanza che sarà emessa dal Comandante della Polizia municipale Domenico Giannetta e l’apposizione della nuova segnaletica.
«Puntiamo così ad aumentare il turnover delle auto in sosta e disincentivare l’utilizzo dell’autovetture per ridurre l’inquinamento – anticipa il vice sindaco Domenico Landi -. La tariffa passerà ad un euro per ogni ora di sosta e sarà abolito il primo quarto d’ora di sosta gratuito. Saranno inoltre concesse agevolazioni per la sosta delle auto elettriche che potranno sostare in tutte le zone con le stesse agevolazioni dei residenti. La convenzione è valida su tutto il territorio, con importo annuale di 60 euro. Anche per le future mamme e per i genitori con bambini fino a due anni di avere un contrassegno con agevolazioni».
A seguire tutto l’iter la delegata al Traffico e Polizia municipale Maria Fasano che ha riorganizzato la sosta a pagamento. I parcometri arrivano in via Appia, via Pianodardine e via De Caprariis. Rivisto anche il piano tariffario. Cambia anche l’orario della sosta a pagamento che diventa continuo dalle ore 9 fino alle ore 21. Prima invece si partiva dalle 9 per arrivare alle 13 e dopo una pausa della sosta a pagamento si ripartiva dalle ore 16 fino alle 21.
«Modifiche che sono avvenute anche su richiesta specifica dei commercianti per aumentare il turnover della auto in sosta – prosegue il vicesindaco -. Infatti aumentando la tariffa e portandola ad un euro, dai cinquanta centesimi attuali, si incentiva il turnover nella sosta. Prima con un euro più il quarto d’ora gratuito iniziale un automobilista resta l’auto in sosta oltre due ore».
Alla base del deliberato la volontà di liberare spazi per renderli fruibili a chi giunge in città per fare shopping visto la carenza di posti auto nel centro e la domanda di posti auto.
«Le zone sono quattro e la tariffa sarà di un euro all’ora – prosegue  Landi -. Entro fine mese si partirà con le nuove tariffe».
L’esecutivo municipale mesi fa aveva già deciso di rimodulare, dopo aver riscontrato pochi abbonamenti mensili sottoscritti per l’utilizzo del parcheggio coperto riqualificato della villa comunale “Don Peppe Diana”, il costo dell’abbonamento notturno a 40 euro mensili da corrispondere anticipatamente a Palazzo di città fino ad esaurimento dei posti disponibili dell’area di sosta interrata di via Manfredi che presenta una cassa continua automatica per il pagamento del ticket, una colonnina d’ingresso e d’uscita con sbarre e quattro telecamere per la lettura, all’ingresso e all’uscita, delle targhe delle auto.
L’esecutivo inoltre aveva deciso che il personale docente e non docente dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Piazza Vittorio Veneto, vista la carenza di posti auto all’interno delle aree di pertinenza dell’istituto scolastico, possono stipulare abbonamenti per la sosta dei propri veicoli nelle zone 1 e 2, fissando la tariffa di abbonamento al costo di 48 euro annuale al pari dei cittadini residenti.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *