sabato 02 marzo 2024
Flash news:   Si presenta il progetto “Circoli Rifugio – Più Corridoi per la Libertà” Oggi presentazione del volume di Lucio Fiore Il sindaco replica così alle accuse dell’opposizione: «Risponderò ai cittadini con i fatti» Quadro dell’Annunciazione, il delegato Barbarisi: «lo riporteremo a casa» Avellino-Catania, al via la prevendita per la gara di mercoledì 6 marzo L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto

Via libera alla convenzione di segreteria con il Comune di Pratola Serra e al regolamento per le liti pendenti

Pubblicato in data: 31/3/2023 alle ore:14:26 • Categoria: Attualità

Via libera non senza polemiche alla convenzione di segreteria con il Comune di Pratola Serra.
L’opposizione di “Atripalda Futura” vota contro in Consiglio alla decisione dell’amministrazione di accogliere la richiesta del sindaco del comune di Pratola Serra di una collaborazione nell’utilizzare per alcuni giorni della settimana la segretaria comunale, dottoressa Anna Cella. A relazione in Consiglio è stata la consigliera delegata Carmen Trasente: «ci sarà una quantità di ore che il nostro segretario verrà assegnato al comune Pratola Sera. Accogliendo una richiesta viene sottoposto al consiglio lo schema di convenzione per la durata di 15 mesi per consentire la riorganizzazione della macchina amministrativa». La segretaria comunale sarà così presente per 21 ore presso il comune di Atripalda e 15 ore presso il comune di Pratola Serra.
Una scelta criticata dall’ex vicesindaco Anna Nazzaro: «Immagino che la nostra segretaria è una mente sapiente che sta facendo un lavoro egregio ma il nostro comune non è facile da gestire con difficoltà amministrative che abbiamo riscontrato sin da quando ci siamo insediati e chiedemmo all’allora segretario Iorio che era in part-time di optare per il tempo pieno. Credo che sia tale decisione sia stata presa come scelta solidale nei confronti del comune di Pratola ma a parere mio è molto complicato portare il comune avanti con un numero ridotto di ore. E spero che ciò sia limitato nel tempo». Anche l’ex sindaco e attuale capogruppo di minoranza di “Atripalda Futura” Geppino Spagnuolo giudica negativamente la decisione: «pur rispettando le esigenze del comune di Pratola Serra penso che gestire il comune di Atripalda richieda una presenza a tempo pieno».
Più disponibile è il capogruppo di “Atripalda Bene Comune che si astiene sul punto: «mi auguro che sia una cosa provvisoria e confido nelle valutazioni fatte dalla dottoressa e dalla maggioranza. Comprendo che c’è una questione di solidarietà». A difendere la scelta il vicesindaco Domenico Landi: «è chiaro che la dottoressa è sttaa artefice principale della questione visto che abbiamo avuto un approfondito colloquio della possibilità che il comune di Pratola Serra usufruisca delle competenze della dottoressa Cella. Avendo valutato positivamente questa opportunità di distribuzione dei compiti siamo riusciti a dare un’apertura».

Passa infine all’unanimità del parlamentino cittadino il regolamento per l’applicazione della definizione agevolata delle liti pendenti. Ad illustrato il punto il vicesindaco con delega al Bilancio Domenico Landi: «l’argomento riguarda l’applicazione della legge del 29 dicembre 2022. E’ importante sottolineare che l’intento è di garantire certezze nelle entrate dell’Ente. Da un punto di vista politico ed economico è chiara la volontà del legislatore di intervenire a favore del contribuente e la scelta dell’amministrazione va nell’ordine di definire determinate situazioni di pendenza che non fanno altro che appesantire il bilancio comunale, visto che la mancata riscossione supera i 21 milioni di euro, comprimendo la capacità di spesa dell’ente ed incide sul fondo accantonamento. Si avranno perciò benefici anche in termini di bilancio». Proposta accolta favorevolmente da tutto il consiglio, anche dalle opposizioni come dichiara Geppino Spagnuolo: «Accogliamo favorevolmente l’introduzione normativa della legge dello Stato. Purché si restringano i tempi recuperando il capitale e rinunciando a sanzioni e interessi. Ben venga, sarà di aiuto ai contribuenti». Sempre l’ex sindaco sollecita infine la maggioranza nel concedere una sede alle opposizioni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *