luned� 15 aprile 2024
Flash news:   L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti La Scandone espugna Barcellona Pozzo di Gotto L’atripaldese Tonia Romano stasera in Honduras con L’Isola dei Famosi Al via i saggi archeologici a rampa San Pasquale in vista della messa in sicurezza del costone Il cardinale Ernest Simoni ad Atripalda per la conclusione del Giubileo straordinario dedicato al martirio di Sant’Ippolisto Turris–Avellino: da oggi il via alla prevendita

L’arcivescovo di Napoli Battaglia apre la Porta Santa e dà il via al Giubileo Ippolistiano ad Atripalda. Foto

Pubblicato in data: 4/5/2023 alle ore:14:59 • Categoria: Attualità

L’arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia il primo maggio ha inaugurato il Giubileo Ippolistiano aprendo la Porta Santa della chiesa madre di Sant’Ippolisto ad Atripalda.
A 1720 anni dal martirio di Sant’Ippolisto e dei primi cristiani che abitavano Abellinum, la Cittadina del Sabato ha iniziato un percorso di fede lungo un anno.
L’arcivescovo è stato accolto dal sindaco Paolo Spagnuolo, dai parroci don Luca Monti e don Ranieri Picone e dalle autorità militari e civili presso la Chiesa del Carmine, da dove è partita la processione che si è conclusa dinanzi al Porta Santa della chiesa madre nel centro storico, culla della cristianità in Irpinia per lo Specus Martyrum, la cripta in cui sono venerate le reliquie dei primi martiri cristiani.
Tre volte l’arcivescovo ha bussato con la pastorale la grande porta incorniciata di fiori che si è aperta ai tantissimi fedeli presenti. Poi la celebrazione eucaristica e l’adorazione delle reliquie.
L’arcivescovo ha invitato la comunità a riscoprire l’esempio di Ippolisto e dei primi martiri cristiani: «Il senso della riflessione che vorrei condividere questa sera con vo. Inizia quest’anno giubilare per la vostra comunità, è il momento di grazie perché davvero possiamo sperimentare la misericordia di Dio che continuamente ci rimette in piedi. Ogni problema può superato varcando la soglia del proprio cuore, proprio come è stata aperta questa Porta Santa. La fede è uscire fuori dai recinti, in strada, per andare incontro alla speranza». E’ questo il messaggio che l’arcivescovo di Napoli lascia alla comunità irpina di non arrendersi mai.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *