domenica 23 giugno 2024
Flash news:   Il sindaco Spagnuolo verso Fi, il segretario cittadino Pd Malavena: ”condotta ambivalente” Lesioni colpose ed omessa custodia di animali, tre rinviati a giudizio: 57enne assalito da due pitbull si costituisce parte civile Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci

Entra nel vivo la demolizione della scuola media “Raffaele Masi”. Foto

Pubblicato in data: 31/7/2023 alle ore:16:10 • Categoria: Attualità

Entra nel vivo la demolizione della scuola media “Raffaele Masi” di via Pianodardine.
L’intervento di demolizione e ricostruzione, per un importo totale di 4.694.575,52 euro, fondi incassati dalla precedente amministrazione, prevede la realizzazione di un nuovo edificio pienamente rispondente ai moderni criteri antisismici e alle attuali richieste in termini di risparmio energetico e di fruibilità degli spazi.
«Più che i ritardi abbiamo voluto attendere che si concludesse l’anno scolastico in modo da non aver problemi con l’utenza scolastica – spiega l’assessore all’Istruzione Lello Labate -. Abbiamo avuto dei rallentamenti per lo spostamento dei cavi della Telecom. Oggi iniziamo la demolizione con un ricordo affettivo grande, perché in questo momento l’emozione è forte e ognuno di noi, che ha frequentato questo istituto, porterà con sé tanti ricordi. Però l’idea e la prospettiva di una scuola più moderna, sicura ed efficiente è altrettanto importante ed è il nostro dovere».
Il tempo di una settimana e del vecchio edificio scolastico non ci sarà più nessuna traccia. Dopo la rimozione delle macerie si preparerà l’area per dare il via allo scavo e alla costruzione della nuova scuola «sono previsti 21 mesi di lavoro anche se ufficialmente il cantiere ha preso il via a fine novembre scorso. La prospettiva è di concludere l’intervento quanto prima possibile per ridare all’utenza la nuova scuola Masi».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *