marted� 23 luglio 2024
Flash news:   Rapina, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: i Carabinieri danno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 indagati Evade dai domiciliari: 31enne di Atripalda arrestato dai Carabinieri Atripalda in lutto: oggi l’addio ad Angela Romano de “I Sognatori” Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda

45enne di Atripalda acquista un motocoltivatore su internet ma è una truffa 

Pubblicato in data: 9/7/2024 alle ore:08:27 • Categoria: Cronaca

F.R 37enne residente a Rosarno ed S.M. 33enne residente a Frosinone, sono comparsi dinanzi al Tribunale Penale di Avellino nella persona della dott.ssa Gilda Zarrella, per rispondere del reato di truffa aggravata nei confronti di un 45enne atripaldese difeso dal legale di fiducia Sabino Rotondi. I due imputati sono accusati di avere in concorso morale e materiale tra loro, nel novembre del 2021, con artifizi e raggiri consistiti nel pubblicizzare sul sito “ BLOG”, all’uopo utilizzando l’utenza telefonica intestata al 33enne S. M. , l’offerta di vendita di un motocoltivatore, inducendo in errore il 45enne atripaldese in ordine alla possibilità di addivenire all’acquisto effettivo del suddetto bene (in realtà, poi, non trasferito in proprietà all’uomo di Atripalda) e ad effettuare, dopo aver statuito gli accordi di compravendita attraverso l’utenza telefonica suddetta, quattro ricariche dell’importo rispettivamente di € 150,00, € 200,00, € 200,00 e € 150,00 sulla carta Postepay intestata al 37enne F.R., così procurandosi l’ingiusto profitto rappresentato dall’importo predetto, con pari danno per il 45enne atripaldese. Con l’aggravante di aver approfittato di una condizione di minorata difesa dell’uomo di Atripalda che avendo effettuato un acquisto “a distanza”, non aveva la possibilità di operare un controllo effettivo sul bene acquistato, né di verificare la reale identità del venditore. La prossima udienza è fissata per il 19 novembre 2024.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *