Flash news:   “L’aggregazione sociale è ancora possibile?”: venerdì dibattito pubblico Gestione Sprar, accolto il ricorso in autotutela della Misericordia. Il presidente Vincenzo Aquino: “motivo di soddisfazione, puntiamo a favorire un’effettiva integrazione dei migranti” Si vivono momenti di apprensione per la scomparsa di Francesco Pio Graziani: “La squadra ha saputo reagire” Seconda vittoria consecutiva per la Calcio Avellino Ssd Gran finale questa sera nel centro storico per la XIXesima edizione di “Giullarte” Atripalda di nuovo al centro di un caso di allontanamento, “Chi l’ha Visto?” sulle tracce di Francesco Pio Stasera “la Festa dei Folli” a Giullarte, ieri il taglio del nastro. FOTO Festeggiamenti San Sabino, in migliaia al concerto di Masini. Tantissimi fedeli alla messa e processione per il Patrono. FOTO “La Bodeguita de Ana” recensita da il Giornale

Usura aggravata e tentata estorsione, arresti domiciliari per un 35enne di Atripalda

Pubblicato in data: 6/9/2018 alle ore:10:04 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Nella mattinata odierna, a Gesualdo, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mirabella Eclano, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento nei confronti di un trentacinquenne di Atripalda, G.G. le sue iniziali, residente a Gesualdo e responsabile dei reati di usura aggravata e tentata estorsione aggravata nei confronti di un uomo originario di Mirabella Eclano. L’indagine coordinata dall’Autorità Giudiziaria sannita e sviluppatasi tra novembre 2017 e luglio 2018, ha visto la propria genesi nella denuncia della vittima, esasperata dalle continue richieste di restituzione di denaro ricevute.

L’attività info-investigativa, svolta anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, ha permesso inoltre di accertare come l’indagato, approfittando dello stato di bisogno della vittima, avesse ingenerato in quest’ultima una sudditanza psicologica causata dalle continue “visite” e minacce ricevute sia presso la sua abitazione che nei luoghi frequentati dalla vittima oltre che dalle numerose telefonate. Nel corso dell’attività di indagine è stata acclarata in particolare l’applicazione di tassi di interesse annui usurari che andavano dal 99% al 225% a titolo di capitale ed interessi. L’odierna operazione si va ad aggiungere ai numerosi risultati, anche recenti, conseguiti nel contrasto all’illegalità diffusa a dimostrazione della penetrante attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento e svolta con costanza e dedizione dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sul territorio irpino.
Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it