alpadesa
  
Flash news:   Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre

Paolo Conte in concerto giovedì al Teatro Carlo Gesualdo

Pubblicato in data: 1/3/2010 alle ore:09:54 • Categoria: CulturaStampa Articolo

paolo-conte-02Al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino protagonista la magia senza trucchi di Paolo Conte. Giovedì 4 marzo, alle 21.00, l’atteso concerto per la rassegna Musica d’Autore del Massimo Irpino. In scena il maestro della musica italiana affiancato da una band di straordinari musicisti. Protagoniste le sue canzoni, continuo sperimentare di contaminazioni tra stili diversi, con sapienza, intelligenza e forza seduttiva.

L’atmosfera raccolta della moderna location consentirà di apprezzare al meglio le raffinate sonorità del repertorio dell’avvocato della canzone italiana, che per l’occasione sarà affiancato da una band di straordinari musicisti, come: Daniele di Gregorio (pianoforte, batteria e marimba), Jino Touche (contrabbasso e chitarra), Daniele dall’Omo (chitarra), Massimo Pitzianti (pianoforte, tastiera, fisarmonica, bandoneon, clarinetto e sax b aritono), Claudio Chiara (basso, tastiera, fisarmonica, sassofoni e flauto), Luca Velotti (sassofoni e clarinetto), Lucio Caliendo (oboe, fagotto, percussioni e tastiera) e Piergiorgio Rosso (violino).La musica di Paolo Conte fluttua tra il jazz di New Orleans o di Duke Ellington, la raffinata chanson francese di Jacques Brel o la stralunata poetica di Leonard Cohen.

paolo-conte-04La sua voce è uno strumento unico ed inconfondibile, in grado di infondere un colore ed un’emozione che sembrano perfette per le sue storie permeate di struggenti malinconie, come anche di forti passioni. Le sue canzoni sono un continuo sperimentare contaminazioni tra stili diversi, con sapienza, intelligenza e forza seduttiva, con una generosa apertura e riscoperta, nei confronti di un jazz italiano, assolutamente meritoria, e che rappresenta una posizione forse unica all’interno del panorama dei cantautori nazionali. La sua forte personalità assume degli accenti di nobiltà e antiretorica, assolutamente originali, con tinte vagamente decadenti, specie negli ultimi lavori. La sua straordinaria carriera lo ha portato ad esibirsi più volti nei templi della canzone , quali l’Olympia di Parigi, o della musica jazz, come il Blue Note di New York, a partecipale inoltre ai paolo-conte-01principali festival jazzistici mondiali (Montreux, Montreal, Nancy) e ad incidere finora più di venti cd e dvd.Autore di canzoni indimenticabili (Sotto le stelle del jazz, Bartali, Via con me, Gli impermeabili, Genova per noi, tanto per citarne solo alcune tra le tante), Paolo Conte proporrà al pubblico molti brani del suo straordinario repertorio, in un concerto che spazierà in tutti i generi che il grande cantautore astigiano ama frequentare, dalla musica latino-americana al jazz, dalle ballate melodiche allo swing, dal blues alle piece piano-voce.Ogni concerto di Paolo Conte è molto più di una serata di grande musica:  ¨un vero e proprio luogo del cuore” che si delinea via via attraverso stati d’animo diversi, dalla malinconia all’ironia, dal sogno al ricordo, che l’artista dosa con la sua fantastica personalità.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *