alpadesa
  
Flash news:   L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza Domani mattina apre il nuovo parcheggio di via Scandone Incendio a Pianodardine, la Prefettura: “Non si evidenziano sforamenti dalle analisi. Cessate le esigenze di limitazioni alla mobilità e chiusura delle scuole” Incendio Pianodardine, la prefettura: “Non si evidenziano sforamenti dalle analisi. Cessate le esigenze di limitazioni alla mobilità e chiusura delle scuole”

Rassegna cinematografica, precisazione di Biagio Venezia

Pubblicato in data: 23/3/2010 alle ore:10:44 • Categoria: CulturaStampa Articolo

img_0844Egr. direttore,
l’undici dicembre 2009 in occasione della rassegna cinematografica dedicata ai registi fratelli Taviani commentavo l’articolo che riportava tale evento sottolineando l’assenza dell’Assessore alla Cultura cons. G. Foschi. img_0843Avendo proceduto al riordino delle mie foto ( che in parte vi allego) ho notato che l’assessore Foschi era presente alla proiezione del giorno 09.12.2009. Pur mantenendo in toto il giudizio negativo da me espresso, relativamente all’organizzazione della manifestazione, sento il dovere morale di chiedere pubblicamente scusa della mia distrazione.

Biagio Venezia

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *