alpadesa
  
Flash news:   Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64)

Elì, Elì, Lemà Sabachtanì! Questa sera la XIV edizione della sacra rappresentazione della Via Crucis

Pubblicato in data: 2/4/2010 alle ore:13:30 • Categoria: CulturaStampa Articolo

via-crucis3-20091Questa sera in città alle ore 20 dal sagrato della Chiesa di Sant’Ippolisto (piazza Tempio Maggiore) partirà la XIV edizione della Via Crucis, la rievocazione storico-religiosa della passione di Cristo organizzata dall’Associazione Pro Loco di Atripalda. La messa in scena dell’evento è affidata alla regia di Lucio Mazza, le recitazioni sono della Compagnia Teatrale del Clan H di Avellino e la Direzione di Palco è opera di Maurizio Iannino.
Un progetto culturale e di recupero delle nostre antiche tradizioni che da più di un decennio ci vede collaborare con la struttura artistica di Lucio e Salvatore Mazza sulla base di un copione redatto per la circostanza dal giudice irpino Claudio Mattia Zarrella. Oltre gli abili interpreti del Clan H, Enrico Giovino, nel ruolo ormai consolidato di Gesù di Nazareth, tanti saranno i partecipanti con i loro costumi d’epoca tra cui il primo cittadino, dottor Aldo Laurenzano che impersonerà il Cireneo. Successivamente la processione si snoderà lungo le vie del centro storico fino ad arrivare alla ripida salita che porta alla collina di San Pasquale. Qui la tragedia ha il suo epilogo con l’emozionante crocifissione del Cristo accanto ai due ladroni ed infine la solenne deposizione del Nostro Redentore.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *