luned� 17 giugno 2024
Flash news:   Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2 L’Avellino ha scelto la sede del ritiro estivo: è San Gregorio Magno Forza Italia primo partito ad Atripalda alle Europee, l’analisi di Ermelindo Romano Atripalda, provoca danni a veicoli e aggredisce gli automobilisti: identificato e denunciato dai Carabinieri Europee, D’Agostino sostenuto da pezzi dell’Amministrazione Spagnuolo raccoglie 761 voti Europee, urne chiuse ha votato il 41,45 % ad Atripalda

Nell’anfiteatro della villa comunale stasera lo strano Inferno di Dante rappresentato dagli alunni del liceo “De Caprariis”

Pubblicato in data: 16/6/2011 alle ore:14:25 • Categoria: Cultura

liceo-scientifico-atripalda-palestra«Tutti giù all’Inferno!». A trascinarci, stasera alle ore 20.30 presso l’Anfiteatro della villa comunale di Atripalda, sono i ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Scientifico «De Caprariis» che, a conclusione di un progetto Pon intitolato «Dal testo alla messa in scena», hanno riscritto L’Inferno di Dante in chiave parodica.
I luoghi, i personaggi danteschi sono ampiamente rivisitati, anzi vengono, ad un certo punto, abbandonati del tutto a favore di una creativa attualizzazione, talvolta anche politica. La presenza del testo originale rivela la volontà di appassionare all’ascolto della letteratura alta che in questa occasione si incontra col gioco parodico per suscitare ilarità e divertimento. Sotto la guida delle professoresse Antonella Pappalardo e Antonella Saporito e per la regia di Giovanni Vitale, ventitré ragazzi del Liceo atripaldese metteranno in scena il loro prodotto in uno spettacolo che si presenta come un misto di prosa, musica ed arte coreutica. Compiaciuto il Dirigente scolastico, Giovanni Basso, per l’encomiabile abilità di correlare lo studio della letteratura con modalità alternative.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *