alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano

Nell’anfiteatro della villa comunale stasera lo strano Inferno di Dante rappresentato dagli alunni del liceo “De Caprariis”

Pubblicato in data: 16/6/2011 alle ore:14:25 • Categoria: Cultura

liceo-scientifico-atripalda-palestra«Tutti giù all’Inferno!». A trascinarci, stasera alle ore 20.30 presso l’Anfiteatro della villa comunale di Atripalda, sono i ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Scientifico «De Caprariis» che, a conclusione di un progetto Pon intitolato «Dal testo alla messa in scena», hanno riscritto L’Inferno di Dante in chiave parodica.
I luoghi, i personaggi danteschi sono ampiamente rivisitati, anzi vengono, ad un certo punto, abbandonati del tutto a favore di una creativa attualizzazione, talvolta anche politica. La presenza del testo originale rivela la volontà di appassionare all’ascolto della letteratura alta che in questa occasione si incontra col gioco parodico per suscitare ilarità e divertimento. Sotto la guida delle professoresse Antonella Pappalardo e Antonella Saporito e per la regia di Giovanni Vitale, ventitré ragazzi del Liceo atripaldese metteranno in scena il loro prodotto in uno spettacolo che si presenta come un misto di prosa, musica ed arte coreutica. Compiaciuto il Dirigente scolastico, Giovanni Basso, per l’encomiabile abilità di correlare lo studio della letteratura con modalità alternative.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *