alpadesa
  
Flash news:   Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante Messa in suffragio del priore Giovanni Iannaccone questo pomeriggio nella chiesa di San Nicola da Tolentino Emergenza climatica, assemblea pubblica ieri sera nell’ex sala consiliare: il Comune pronto ad accogliere la richiesta di Idea Atripalda. Foto Conclusi i lavori di rifacimento del manto stradale in via Manfredi e via Tufarole. I cittadini chiedono la sistemazione dei marciapiedi. FOTO Riammesse al gratuito patrocinio dopo quattro sentenze di proscioglimento emesse da quattro Gup diversi Inaugurata la statua di Padre Pio a via Marino Caracciolo. Foto «Cimarosa Young Sinfonietta», sabato 12 ottobre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Martire

Emergenza neve e richiesta di calamità naturale, il Comune chiede alla Regione le spese sostenute

Pubblicato in data: 6/3/2012 alle ore:19:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

neve-comuneEmergenza neve e richiesta di calamità naturale, il Comune di Atripalda con delibera di giunta, chiede alla Regione Campania l’approvazione del prospetto analitico delle spese sostenute dal 3 al 17 febbraio per “provvedere con urgenza ad effettuare interventi per garantire il ripristino della circolazione stradale su strade urbane e rurali, per rimuovere rami di alberi cause di pericolo per la sicurezza e la circolazione stradale e di danni alla pubblica illuminazione, nonché per contrastare fenomeni di gelo e di ghiaccio”.

Ecco le richieste presentate nella delibera di giunta del 20 febbraio scorso alla presenza del sindaco Aldo Laurenzano, del segretario comunale Clara Curto e degli assessori Maurizio De VincoAndrea Montuori e Nancy Palladino:

– oneri sostenuti dal Comune di Atripalda per consentire l’adozione, da parte del Dipartimento di Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, di apposita ordinanza a copertura degli oneri sostenuti dalla Amministrazioni locali;

– rimborso spese forfettario alla Fraternita di Misericordia di Atripalda, per la collaborazione prestata con propri mezzi ed uomini, la somma di €2.900,00 oltre IVA (per complessivi € 3.509), come da allegato prospetto riepilogativo che sarà inoltrato con separata nota all’Assessore alla Protezione Civile della Regione Campania;

– richiesta alla Regione Campania per il riconoscimento della somma di €.7.800,00 oltre IVA (per complessivi €9.438,00) sostenuta dal Comune di Atripalda per l’acquisto di Cloruro di Sodio (giusta determina dirigenziale n°23 del 06/02/2012);

– di approvare gli schemi di convenzione recanti patti e condizioni osservate dalle Ditte incaricate nella fase di emergenza, contemplanti, altresì, le obbligazioni di spesa inerenti il compenso spettante;

– di trasmettere l’intera documentazione allegata all’Assessore alla Protezione Civile della Regione Campania in ossequio al disposto di cui alla nota prot. 690/sp del 16/02/2012.

– di dichiarare, come dichiara, con separata unanime votazione favorevole, il presente deliberato immediatamente eseguibile (D. Lgs. 267/2000, art. 134, comma 4).

L’Amministrazione comunale ha, infatti, con delibera di Giunta Comunale n° 19 del 08/02/2012 dichiarato lo stato di calamità naturale specificando che ” il Comune di Atripalda, con risorse umane e strumentali, è prontamente intervenuto mettendo in campo tutto il personale preposto alla protezione Civile ed agli interventi di emergenza (Vigili Urbani, Tecnici), nonché mezzi in dotazione propria e molti altri mezzi”. Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Dott. Gabrielli ha definito le modalità di attivazione delle risorse pubbliche e private per l’emergenza neve ai sensi del DPCM del 08/02/2012, specificando che ” al termine della criticità in atto le Regioni provvederanno a trasmettere allo scrivente Dipartimento un prospetto riepilogativo degli oneri sostenuti per consentire apposita ordinanza a copertura degli oneri”.

Il costo totale dell’emergenza quantificato dall’Ufficio Tecnico comunale è di 141.081, 53, di cui:

– Noleggi mezzi                                                        76.513,48  euro
– Rimozione alberi caduti                                22.089,42 euro
-Rimborso spese Misericordia                       3.509,00 euro
-Acquisto cloruro di sodio                                9.438,00 euro
-Personale Utc                                                         12.224,99  euro
– Personale Ufficio manutenzione            13.981,64   euro
-Personale Vigili urbani                                     3.325, 53 euro

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Emergenza neve e richiesta di calamità naturale, il Comune chiede alla Regione le spese sostenute”

  1. Lupone70 ha detto:

    la Regione non vi deve mandare i soldi che chiedete….+ di 141 mila euro sperperati in piena emergenza neve e senza fare alcunchè, vi deve invece mandare la Finanza!!!!!!
    ma sti conti come li avete fatto?????
    22 mila euro per tagliare gli alberi????? quali alberi avete tagliato, quei due davanti alla scuola di via Roma???
    la Misericordia che cosa vuole????????????????????????????????
    4 mila euro de ccché????? che hanno fatto???????????????? con un bob cat due mezze giornate???? ma non era a titolo misericordioso???????? +++++IVA?????? ma non è un ente benefico?????? è una ditta???????
    e poi…..10 mila euro di SALE!!!!!! provate a chiamare le saline di Santa Margherita di Savoia….e chiedete del sale con 10 mila euro vi mandano 6 camion pieni con rimorchio in sachette da 25 chili commestibile e non da buttare!!!!!!!
    MA LA COSA PIU’ SCANDALOSA SONO I 30 MILA EURO CHE SI SPARTINO I dieci SOLITI NOTI TRA TECNICI, OPERAI E VIGILI DEL COMUNE….CHE A DETTA DI TUTTI I 10.644 ATRIPALDESI RESIDENTI NON HANNO FATTO NULLA, ANZI QUALCUNO CHE SI METTE MO’ I SOLDI IN TASCA ERA PURE IN FERIE!!!!!!
    Ma dico io la Procura della Repubblica quando deve intervenire????? quando ???? ma avete capito che si spartino 3 mila euro a testa e non hanno fatto niente?????
    ma po’, chi ha autorizzato tutte ste spese???? il sindaco, il dirigente, l’assessore, il consigliere delegato, ….CHI???????
    Spero che la FINANZA si presenti presto in Comune a chiedere conto di quanto è successo invece di andare a Cortina o a San Remo a cercare chi sanno già….venite ad Atripalda e portativi no’ furgone gruosso, ma gruosso assai…..che faciti pure na decina e viaggi….
    PS: avete dato soldi a tutti, ma allo Pro Loco non ci date niente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *