alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, si avvicina il contagio zero in Campania: uno solo il positivo oggi. In irpinia nessun contagio Coronavirus, oggi finisce il lockdown in Italia: 71 le vittime registrate nelle ultime 24 ore Parte lo screening epidemiologico per titolari e dipendenti delle attività commerciali di Atripalda, il sindaco: “il costo del primo test per ogni negozio è a carico del Comune, per gli altri prezzi agevolati” Coronavirus, su 198 tamponi nessun caso positivo in Irpinia oggi Coronavirus, 399 i guariti in Irpinia e 49 i comuni Covid Free Coronavirus, raddoppiano i casi di contagio (+318) ma scendono i decessi a 55 Festa della Repubblica, lettera di Idea Atripalda al Presidente Mattarella Il Comune di Atripalda torna a soccombere dinanzi al Giudice di Pace di Avellino, l’avvocato Aquino: «L’autovelox va posto in lockdown» Coronavirus, un nuovo caso in Irpinia: è di Casalbore Coronavirus, meno di 200 nuovi contagi e altre 60 vittime in un giorno

Facevano “carte false” per pagare meno tasse all’Università, indagini della GdF

Pubblicato in data: 10/4/2012 alle ore:13:59 • Categoria: Cronaca

guardia di finanzaOltre il 60% degli studenti universitari irpini controllati dalla guardia di finanza ha fatto carte false per pagare meno tasse. E’ quanto emerge dalle verifiche effettuate dalla fiamme gialle sul versanti delle agevolazioni fiscali. I controlli hanno costituito la fase attuativa di specifici protocolli d’intesa ed apposite convenzioni stipulati dalla Guardia di Finanza con le istituzioni dei settori istruzione e sanità: le verifiche della sussistenza dei requisiti alla base dell’esenzione dal pagamenti di tasse universitarie, ad esempio, sono stati effettuati in virtù di un accordo tra il Comando Regionale e l’Università “Federico II” di Napoli onde vagliare la veridicità delle autocertificazioni presentate dagli studenti per l’ottenimento delle agevolazioni fiscali. L’erogazione delle prestazioni sociali agevolate è subordinata alla sussistenza di specifiche condizioni in capo al soggetto che ne faccia richiesta con una distinzione, in base alla normativa vigente, di “indicatore della situazione economica” (I.S.E.) ed “indicatore della situazione economica equivalente” (I.S.E.E.). Si tratta di parametri che permettono di valutare le condizioni economiche delle famiglie, così come risultanti da idonea dichiarazione sostitutiva allo scopo prodotta. In particolare, l’I.S.E. attiene la situazione economica del nucleo familiare nel suo complesso (dichiarante, coniuge e figli, nonché altri conviventi e soggetti considerati a carico ai sensi della normativa sul reddito delle persone fisiche). L’I.S.E.E. è invece un valore che esprime la situazione di ciascuno dei singoli componenti, permettendo confronti tra nuclei familiari diversi per consistenza quantitativa o per altre caratteristiche.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Ponte di Ognissanti, evasione di scontrini e ricevute dei commercianti. Operazione delle Fiamme Gialle irpine

Rientra ormai negli appuntamenti commerciali dell'anno il business che inizia sul finire di ottobre e termina intorno al 2 novembre, Read more

Blitz antitruffa della GdF, in manette un 44enne di Atripalda

Undici gli arresti effettuati nell'ambito dell'operazione «Easy» in Calabria, a Gioia Tauro (RC). Agli arrestati viene contestato il reato di Read more

Operazione cosmetici della GdF, la precisazione della Redazione

In merito all'articolo "Cosmetici tossici per la salute, maxi sequestro della GdF in profumerie di Atripalda, Mercogliano ed Avellino" apparso Read more

Targa alla carriera per il colonnello della Finanza Mario Imparato. Domani 237° anniversario della fondazione del Corpo

Nella giornata di oggi, 27 giugno 2011, con inizio alle ore 10.00, a bordo della "MSC Lirica" ormeggiata nel porto di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Facevano “carte false” per pagare meno tasse all’Università, indagini della GdF”

  1. Ramona ha detto:

    Atripalda ce ne stanno 4 su 5 che non sono in regola…..bravi!!! Meno male che ci sta a Guardia ‘e Finanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *