alpadesa
  
sabato 16 gennaio 2021
Flash news:   Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti” La formaggeria riapre a 24 ore dal raid, Luca: “Siamo forti, andiamo avanti come se nulla fosse” Esposto per i concorsi a premi in città, scatta la solidarietà bipartisan ad Atripalda

Partecipazione e commozione per l’ultimo saluto a Nino Colantuoni, “l’amico della piazza”

Pubblicato in data: 12/8/2012 alle ore:09:27 • Categoria: Attualità

funerale-colantuoniGrande partecipazione, questo pomeriggio per l’ultimo saluto a Carmine Colantuoni. Silenzio e commozione hanno accompagnato la salma dell’ex comandante della polizia municipale da Piazza  Umberto I alla Chiesa madre di S. Ippolisto. C’erano proprio tutti a prendere parte alla funzione religiosa presieduta da Don Ranieri Picone, parroco della chiesa del Carmine: parenti, amici, nuovi e vecchi amministratori, dipendenti comunali. Il sindaco Paolo Spagnuolo, la giunta comunale, l’attuale comandante dei Vigili Urbani Sabino Parziale, il comandante dei carabinieri Costantino Cucciniello, il comandante della polizia municipale di San Potito Domenico Giannetta, il presidente del Comitato festa San Sabino D’Agostino, le vecchie amministrazioni che si sono succedute ma anche tanta gente comune che non è voluta mancare ed esprimere la vicinanza alla moglie Ena ed ai fratelli Umberto ed Enrico. Don Ranieri Picone durante l’omelia ha ricordato la figura importante che ha assunto per la cittadina atripaldese il comandante Colantuoni: “Siamo in tanti quest’oggi per dire grazie a Nino per tutto quello che ha fatto per noi e per la nostra cittadina. Ciascuno porta nel suo cuore un ricordo, un avvenimento vissuto con Nino. Ha servito la comunità cittadina secondo il suo carisma e con la sua presenza costante. Possiamo solo dire grazie a Dio per avercelo donato. Era voluto bene da tutti ed era comunemente chiamato  “l’amico della piazza”, in lui mi colpiva molto la sua fede semplice e riservata. Oggi non scompare, oggi consegna a Dio il frutto del suo lavoro”. Sono stati molti i manifesti apparsi sui muri della città e questo è la testimonianza l’importanza di Nino per Atripalda. Ed in un clima surreale Atripalda non ha voluto far mancare il suo affetto per “l’amico della piazza”.funerale-colantuoni-6funerale-colantuoni-5funerale-colantuoni-4

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Partecipazione e commozione per l’ultimo saluto a Nino Colantuoni, “l’amico della piazza””

  1. Antonello ha detto:

    Riposa in pace!confoglianze alla famiglia

  2. giovanni giannitti ha detto:

    non credevo a questa notizia, un vero amico mi unisco al dolore della famiglia e a tutti gli amici, riposa in pace amico mio, gianni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *